Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 05.03.2007) ha reso noto di aver vietato alle aziende pubbliche e private di controllare, salvi i casi particolari, la posta elettronica e la navigazione su Internet dei propri dipendenti. Il Garante ha poi precisato che è onere del datore di lavoro definire le modalità d'uso dei PC e dello strumento di Internet tenendo comunque sempre conto di quelli che sono i diritti dei lavoratori e la disciplina in tema di relazioni sindacali. Sempre il datore di lavoro dovrà poi informare in modo dettagliato i lavoratori sulle modalità di utilizzo di Internet e della posta elettronica e sulla possibilità che vengano effettuati controlli. L'Autorità ha poi precisato che con un nuovo provvedimento generale che verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, fornirà tutte le concrete indicazioni in ordine all'uso dei PC sul posto di lavoro.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: