Sei in: Home » Articoli

Assegno ridotto all’ex coniuge che ha una convivenza stabile

Condividi
Seguici

Se l’ex moglie ha una convivenza "more uxorio" che riveste i caratteri di stabilità e longevità, la misura dell’assegno di divorzio può essere ridotta. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (Sent. n. 13060 / 2002) precisando che una lunga e ormai consolidata convivenza more uxorio "non può non avere riflessi sull’effettiva condizione economica del richiedente". Tale convivenza, infatti, pur non escludendo di per sé il diritto all'assegno, "influisce comunque sulla rideterminazione della sua entità". L'assegno di divorzio, aggiunge la Corte, viene meno se poi la convivenza si tramuta nel passaggio a "nuove nozze".
(11/09/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Sequestro del Tfr all'ex marito che non paga il mantenimento
» La madre risarcisce il figlio per avergli impedito di vedere il padre
» Il reato di maltrattamenti in famiglia
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Reddito di cittadinanza, c' la seconda ricarica

Newsletter f t in Rss