Sei in: Home » Articoli

Il piano RING: l'Italia e la banda larga

Il piano del Governo italiano per la banda ultralarga
Rappresentazione grafica di internet a banda larga
RING, ossia Rete Italiana di Nuova Generazione: è questo il nome del piano ideato dal Governo Renzi per modernizzare la connessione internet sul territorio italiano. Il decreto legge, che sarà analizzato dal Consiglio dei Ministri di martedì 10 Marzo, prevede misure che potrebbero rivoluzionare le abitudini degli italiani, ma anche e soprattutto il mercato delle telecomunicazioni. 
La novità principale che dovrebbe essere introdotta dal piano al vaglio del Governo italiano è lo switch off, ossia l'abbandono, della rete in rame fornita da Telecom Italia entro il 2030. La data inizialmente auspicata era il 2024, come testimoniato anche dal programma Renzi per le elezioni del 2012, ma gli operatori del settore hanno fatto capire come tali programmi non sono realizzabili in così breve tempo. 

Sembra che nel testo del provvedimento RING si parli di un'architettura "Fttb/Ftth" (Fiber to the building e to the home, cioè la fibra almeno fino al palazzo) che sia "passiva, neutra e liberamente accessibile". Sembra che il Governo voglia inoltre prevedere il servizio di banda ultralarga come servizio universale, andando a garantire una velocità di connessione di 30 megabit al secondo entro il 2018. 

Come si accennava, non è ancora stato varato il testo ufficiale del piano e quindi si dovrà aspettare l'ufficialità del decreto per poter commentare e analizzare le possibili ricadute sia sul versante sociale che economico del piano RING. Certamente, se tali misure venissero confermate, Telecom dovrebbe far fronte alla perdita di un asset di notevole valore come quello della rete in rame, valutato in circa 11 Miliardi di euro. Sono quindi notevoli le domande che tale provvedimento, nella forma sopra delineata, solleva: a quanto ammonterà l'investimento del Governo? Quale sarà la reazione di Telecom? Quali saranno i provvedimenti attuativi dell'esecutivo per la realizzazione di questo ambizioso piano?
Dott.Mirko Forti (forti.mirko@gmail.com)
(09/03/2015 - Mirko Forti)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» I tagli alla pensione di reversibilità
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Arriva la dichiarazione Iva precompilata e l'obbligo della fattura elettronica tra privati
» Il concorso di colpa nel processo penale
In evidenza oggi
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobileTassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF