Sei in: Home » Articoli

La chiusura dei ROT un caso di demansionamento infermieristico

Medici in sala operatoria
Un infermiere in ruolo all'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma, ha manifestato delle lamentele su diverse disposizioni organizzative che obbligavano il personale infermieristico a chiudere i contenitori dei rifiuti speciali, denominati ROT, per poi trasportarli presso i centri di raccolta per lo smaltimento. La ratio che l'azienda ha sostenuto è dettata dalla carenza di personale ausiliario e specificatamente agente socio-sanitario, agente socio-sanitario specializzato (ex 4° livello), operatore tecnico addetto all'assistenza e operatore socio sanitario. Tale ratio è sostenuta, secondo il San Camillo, da una precisa norma ovvero l' art. 2, lettera v della legge n. 421 del 1992 che autorizza lo svolgimento delle mansioni inferiori solo in via occasionale e con sistemi di rotazione che non permettano la fossilizzazione della mansione illegittima. Ad adiuvandium, il San Camillo ritiene che, logicamente, gli operatori sanitari che hanno prodotto i rifiuti debbano anche raccoglierlo e confezionarlo. Lo studio legale ha trovato la soluzione della vertenza studiando i contenuti di un corso ECM intitolato “L'evoluzione giuridica, normativa e giurisprudenziale delle reali mansioni dell'infermiere. Cosa deve e cosa non deve fare”. Il corso, creato per individuare le mansioni reali del'infermiere e denunciare un demansionamento strategico e strutturale delle aziende sanitarie, si pone l'obiettivo di informare i professionisti delle procedure idonee ad individuare quali mansioni sono legittime e quali sono vietate. Spiega come si è evoluta la professione infermieristica e per quali motivi le attività intellettuali sono permesse e quelle meramente materiali sono vietate. Distinguendo il quadro giuridico dell'infermiere subordinato alla Sanità privata da quello subordinato del pubblico impiego, dimostra che anche in assenza di un preciso riferimento legislativo mansionale (D.P.R. n. 225/74) è possibile accertare il ruolo dell'infermiere. La terza lezione riguarda la definizione di mansione e gli effetti patologici del demansionamento arrivando fino alle tutele inibitorie e risarcitorie. L'ultima lezione spiega come attivare una procedura stragiudiziaria e, successivamente, l'azione giudiziaria a difesa della propria dignità professionale... (leggi l'articolo completo del Prof. Mauro Di Fresco nel PDF qui sotto allegato).
» Leggi l'articolo completo nel PDF sfogliabile
»
Scarica l'articolo completo in PDF (3.75MB)
(16/03/2012 - Mauro Di Fresco)
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Addio definitivo alla SiaeAddio definitivo alla Siae
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF