sciopero
Proprio mentre la manovra sta per arrivare in Aula al Senato, parte questa mattina lo sciopero generale indetto dalla Cgil per manifestare contro la manovra economica definita "profondamente iniqua". La protesta si svolge in cento piazze italiane con otto ore di braccia incrociate ed i trasporti fermi. La manifestazione è rafforzata anche dalla protesta sull'art.8 relativo ai licenziamenti facili. I maggiori disagi si registreranno nel settore trasporti dato che resteranno fermi aerei, treni, bus, navi e traghetti. Per la Camusso si tratta di uno "sciopero giusto" perchè "la manovra economica del Governo si scarica solo sul lavoro e sulle pensioni". Ciò chhe si chiede al Governo è "di cambiare nel profondo questa manovra, facendo pagare a chi ha di più, introducendo un'imposta sulle grandi ricchezze e il contributo di solidarietà".
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: