Sei in: Home » Articoli

Manovra: Oua, rivedere geografia giudiziaria a partire da eliminazione delle sezioni distaccate

oua id10412.png
In relazione all'ipotesi di soppressione dei tribunali minori, Maurizio de Tilla, Presidente dell'organismo unitario dell'avvocatura dichiara che è possibile rivedere complessivamente la geografia giudiziaria, a partire dall'eliminazione delle sezioni distaccate, ma senza colpire i diritti dei cittadini. Una proposta questa che de Tilla ha illustrato in una lettera inviata al ministro di Giustizia. "E' sbagliato - scrive - tagliare i tribunali minori secondo logiche ragionieristiche, non si puo' fare solo un discorso di produttivita', pressati dalla grave situazione economica che affronta il Paese, queste realta' sono innanzitutto presidio di legalita' e di tutela dei diritti dei cittadini soprattutto in zone con gravi problemi di presenza della criminalita' organizzata". Ciò non toglie - spiega il Presidente dell'Oua - "che e' necessario rivedere complessivamente la geografia giudiziaria a partire da una revisione delle sezioni distaccate: ce ne sono piu' di 200 e alcune sono del tutto improduttive ed altre non servono a niente visto che sono a ridosso dei tribunali". In altri termini sarebbe necessario trovare soluzioni che mantengano il piu' possibile inalterata l'attuale dislocazione degli Uffici di primo grado.
E questo va fatto "con la collaborazione dell'avvocatura territoriale, unica in grado di fornire indicazioni certe sulle realta' locali".
Altre informazioni su questo argomento
(26/08/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF