I due documenti si soffermano sui "diritti dell'uomo" e la tutela dalla discriminazione nel godimento dei diritti previsti dalla convenzione e la libertà di espressione

Cedu, le due nuove guide giurisprudenziali

[Torna su]

Pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia le due guide alla Convenzione della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo sui diritti dell'uomo con il divieto di discriminazione e con la libertà di espressione (

Scarica la guida Cedu - Libertà d'espressione

Scarica la guida Cedu - Divieto di discriminazione

Si tratta di guide giurisprudenziali, selezionate, tradotte e aggiornate dalla Direzione generale degli affari giuridici e legali del Dipartimento per gli Affari di Giustizia (DAG), al fine di informare i professionisti del diritto in merito alle principali sentenze e decisioni pronunciate dalla Corte di Strasburgo.

Le sentenze della Corte, da un lato, aiutano a dirimere le cause di cui essa è investita, ma aiutano anche a chiarire, salvaguardare e approfondire le norme della Convenzione: contribuiscono in tal modo al rispetto, da parte degli Stati, degli impegni assunti nella loro qualità di Parti contraenti.

Cedu, tutela dalla discriminazione nel godimento dei diritti

[Torna su]

Gli ultimi due lavori riguardano gli articoli 14 della Convenzione e 1 del Protocollo n. 12, Divieto di discriminazioni, e l'articolo 10 della Convenzione, Libertà di espressione.

Nello specifico, l'articolo 14 "sancisce la tutela dalla discriminazione nel godimento dei diritti previsti dalla Convenzione". Per la Corte, il principio di non discriminazione è di natura "fondamentale" e, insieme al principio dello stato di diritto e ai valori di tolleranza e pace sociale, costituisce il fondamento della Convenzione. Tale tutela è inoltre completata dall'articolo 1 del Protocollo n. 12 alla Convenzione che vieta in maniera più generale la discriminazione nel godimento dei diritti previsti dalla legge.

Cedu, libertà di espressione indissociabile dalla democrazia

[Torna su]

Ed ancora, l'articolo 10, tutela la "libertà di espressione", considerata "indissociabile dalla democrazia" e "sancita da un certo numero di strumenti nazionali, europei e internazionali e regionali che promuovono questo sistema politico riconosciuto come l'unico in grado di garantire la protezione dei diritti umani". Nella sua interpretazione dell'articolo 10 della Convenzione, la Corte ha dichiarato che: "La libertà di espressione costituisce uno dei fondamenti di una società democratica, condizione essenziale del suo progresso e dello sviluppo di ciascuno".


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: