La denuncia del ministro Cingolani: «Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, questo trimestre aumenta del 40»
lampadina che esplode su sfondo scuro

Bolletta della luce più cara da ottobre

[Torna su]

Brutte notizie per i consumatori che, da prossimo ottobre, si troveranno un rincaro del 40% nella bolletta della luce. A denunciarlo è il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, intervenuto a Genova a un convegno della Cgil Liguria. «Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo trimestre aumenterà del 40%. Queste cose vanno dette. Abbiamo il dovere di affrontarle» ha spiegato.

Rincaro bolletta elettrica, le ragioni

[Torna su]

È stato sempre il ministro ha riferire che dietro al rincaro della bolletta della luce c'è l'aumento del prezzo del gas a livello internazionale. Aggiungendo che «succede perché il prezzo del gas a livello internazionale aumenta. Se l'energia aumenta troppo di costo, le nostre imprese perdono di competitività e i cittadini, soprattutto quelli di reddito più basso, faticano ulteriormente per pagare beni primari come energia e gas. Queste cose vanno considerate importanti come la transizione ecologica. Finché avrò l'onore e onere di occupare questa posizione farò di tutto affinché le due cose non vengano mai scisse. Dobbiamo ricordarci che c'è una transizione sociale che deve andare di pari passo con la transizione ecologica».

Rincaro bolletta luce, il Governo e le associazioni di consumatori

[Torna su]

Aumenti che però il governo vuole evitare. L'Esecutivo è al lavoro ha concluso il ministro «per la mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie».

A dare i primi numeri sui rincari ci pensa Marco Vignola, responsabile del settore energia dell'Unione Nazionale Consumatori. «Un aumento di tale portata, se fosse davvero confermato, sarebbe letale per famiglie e imprese. Per una famiglia tipo sarebbe equivalente a 247 euro su base annua».

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: