Abilitati al nuovo servizio applicativo dei certificati medici di infortunio sono tutti i medici che hanno presentato apposita richiesta alla sede Inail competente per territorio

Certificati di infortunio, istruzioni operative

[Torna su]

Arrivano dall'Inail le istruzioni operative per l'accesso al nuovo servizio telematico dedicato ai certificati infortuni sul lavoro, fornite nella circolare n 25 del 14 giugno 2022 (in allegato). Il nuovo servizio gestisce l'inoltro all'Inail dei certificati di infortunio sul lavoro da parte dei medici, compresi quelli operanti nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie (in procedura indicate "strutture ospedaliere").

Il servizio consente al medico l'inserimento delle informazioni e dei dati riguardanti l'evento lesivo in modo strutturato e omogeneo, mediante una riorganizzazione degli stessi in apposite e distinte sezioni tematiche compilabili in base alle evidenze emerse nel corso della visita medica.

Inoltre, nell'ottica di semplificazione degli adempimenti a carico dei medici, sono stati razionalizzate le informazioni necessarie all'istruttoria relative sia all'assicurato sia ai dati sanitari5.

In conformità a quanto richiesto in sede di compilazione del certificato medico in modalità telematica è stato, altresì, rivisitato il relativo modulo cartaceo, differenziato a seconda della tipologia di evento lesivo disponibile sul sito istituzionale.

Certificati medici di infortunio, abilitazione al servizio

[Torna su]

In particolare, l'accesso ai servizi online del portale www.inail.it deve essere effettuato esclusivamente tramite SPID, CNS o CIE, come previsto dal decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° settembre 2020, n. 120. Gli utenti abilitati al nuovo servizio applicativo dei certificati medici di infortunio sono tutti i medici, compresi i medici operanti nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie. Per ottenere l'abilitazione al rilascio della certificazione medica di infortunio in modalità telematica, il medico e il rappresentante legale della suddette strutture devono presentare apposita richiesta alla sede Inail competente per territorio mediante la modulistica disponibile sul portale istituzionale.

Sono previsti i seguenti moduli:

- richiesta di attribuzione codice presidio e di abilitazione ai servizi online Inail per le strutture sanitarie e socio-sanitarie;

- richiesta di attribuzione codice medico e di abilitazione ai servizi online Inail per i medici esterni non operanti nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie.

Le suddette richieste, redatte sull'apposita modulistica, dovranno essere corredate da una copia del documento di identità e potranno essere presentate alternativamente presso le Sedi territoriali Inail (Sportello Lavoratori) oppure in via telematica attraverso i rispettivi servizi di richiesta disponibili al percorso www.inail.it ->Accedi ai servizi online ->Richieste di abilitazione ->Medico Esterno ->Presidio ospedaliero. Il ruolo di medico ospedaliero e di referente territoriale sono attribuiti direttamente dal legale rappresentante della struttura di appartenenza o dall'Amministratore delle utenze digitali da questi individuato, attraverso la funzione "Gestione Utenti/Gestione utenti e profili" disponibile nei servizi online. Effettuato l'accesso l'utente potrà trasmettere telematicamente i certificati medici di infortunio.

Certificati, modalità di trasmissione

[Torna su]

Le modalità di trasmissione dei certificati medici di infortunio sono le seguenti:

- Modalità online: accedendo al portale istituzionale, il medico ha la possibilità di compilare e inviare i certificati di infortunio;

- Modalità offline: accedendo al portale istituzionale, è possibile trasmettere il contenuto informativo della certificazione di infortunio in formato xml utilizzando la funzione "Invio tramite file" del servizio applicativo certificati medici di infortunio; le specifiche tecniche per il confezionamento del file da trasmettere all'Inail sono pubblicate sul portale istituzionale11;

- Cooperazione Applicativa/Interoperabilità: è la metodologia di interazione degli utenti in cooperazione applicativa tramite Porta di Dominio oppure in interoperabilità (servizio "Rest") in virtù di appositi accordi di adesione sottoscritti o da sottoscrivere dalle Regioni12.

L'attuale servizio in cooperazione applicativa tramite Porta di Dominio sarà fruibile per il solo 2022, in quanto, a partire dal 1° gennaio 2023, sarà operativo esclusivamente il nuovo servizio "Rest".

Si precisa, inoltre, che per l'utilizzo del servizio "Rest", sia le Regioni già cooperanti sia quelle non già cooperanti, dovranno aderire al nuovo accordo in corso di definizione.

Scarica pdf circolare Inail n 25/2022
Vedi anche:
Infortunio sul lavoro: guida legale

Foto: inail
In evidenza oggi: