Significato e commento dell'articolo 95 della Costituzione: la responsabilità e il ruolo del presidente del Consiglio dei ministri

Il testo dell'articolo 95 della Costituzione

[Torna su]

Il Presidente del Consiglio dei ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l'unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l'attività dei ministri. I ministri sono responsabili collegialmente degli atti del Consiglio dei ministri, e individualmente degli atti dei loro dicasteri. La legge provvede all'ordinamento della Presidenza del Consiglio e determina il numero, le attribuzioni e l'organizzazione dei ministeri.

Il Presidente del Consiglio e la sua responsabilità

[Torna su]

L'art. 95 Cost. attribuisce al Presidente del Consiglio la titolarità della politica generale posta in essere dal Governo: in capo allo stesso vi è la responsabilità di coordinare l'attività dei Ministri e perseguire l'unità politica del Governo.

Tra i vari poteri del Presidente del Consiglio si segnala: rappresentare il Governo nelle relazioni con organi quali il Parlamento, nonché qualsivoglia ulteriore organo costituzionale; indire le sedute del Consiglio dei Ministri e prevedere l'ordine del giorno delle riunioni; dirigere i Comitati interministeriali e presiedere gli organi collegiali; inoltre, assistere alla Conferenza Stato-Città e autonomie locali, alla Conferenza Stato-Regioni e alla Conferenza unificata.

Presidente del Consiglio e Ministri

[Torna su]

Seppur vero che il ruolo del Presidente del Consiglio è quello di organizzare il lavoro dei singoli Ministri, non ha nei confronti di questi ultimi un potere gerarchico. Questi, infatti, sono stati nominati dal Presidente della Repubblica, qualsivoglia dissapore pertanto non potrà essere risolto con la rimozione del Ministro da parte del Presidente del Consiglio.

In tal caso, tuttavia, sarà possibilità per il premier richiedere una modifica, al Presidente della Repubblica, alla composizione dell'Esecutivo, con conseguente sostituzione dei Ministri. Nel caso in cui poi questi ultimi prendano decisioni non condivise, le stesse possono essere sottoposte al vaglio del Governo per la loro sospensione o revisione.

L'art. 95 Cost. prevede una doppia responsabilità dei Ministri: collegiale, ossia relativa all'operato di tutto il Governo, ed individuale, ossia attinente all'operato del singolo Ministro. La responsabilità individuale, inoltre, se sostenuta da mozione di sfiducia promulgata dal Parlamento, comporterà anche la decadenza del Ministro.

La Presidenza del Consiglio: struttura

[Torna su]

La Presidenza del Consiglio è formata da varie strutture organizzate. Tra queste si segnala: quelle con funzioni istituzionali, presiedute dal Segretario Generale; quelle relative ai sottosegretari delegati dal Presidente del Consiglio ed ai Ministri senza portafoglio; quelle temporanee, create unicamente per la realizzazione di brevi obiettivi.

Infine, si ricorda che dal Presidente del Consiglio dipende il Dipartimento delle Informazioni per la sicurezza, ossia i c.d. Servizi Segreti.


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: