Cos'è l'Aifa, quali sono i suoi obiettivi e funzioni, come è organizzata e quali sono i soggetti con cui intrattiene importanti relazioni internazionali

Cos'è l'Aifa

[Torna su]

L'Aifa, acronimo di Agenzia italiana del farmaco, è un ente che svolge la propria attività sotto la direzione del Ministero della salute e di quello dell'Economia.

Occupandosi di farmaci, collabora con i principali Enti e istituti che si occupano della materia sanitaria, come le Regioni, l'istituto Superiore di Sanità, i medici e le Società Scientifiche.

Tutto ciò che riguarda i farmaci è compito dell'Aifa, che provvede a garantire l'accesso sicuro ai preparati, governa la spesa farmaceutica, garantendo anche l'unità farmaceutica di intesa con le Regioni, assicura l'innovazione in campo farmacologico e lavora per semplificare l'accesso alle cure soprattutto ai farmaci di ultima generazione che curano le malattie rare. Promuove inoltre la conoscenza del farmaco e intrattiene rapporti con Agenzie di altri Paesi, Associazioni, imprese produttrici di farmaci e il mondo scientifico.

La sua attività è improntata al rispetto di principi fondamentali come l'efficacia, l'efficienza, la trasparenza, la comunicazione, l'appartenenza, la responsabilità e la riservatezza.

Obiettivi dell'Agenzia

[Torna su]

Uno dei principali obiettivi di Aifa è quello di gestire i processi che giungono ad autorizzare la messa in commercio dei farmaci e la successiva farmacovigilanza, al fine di garantire un accesso sicuro alle terapie. L'accesso alle cure a prezzi accessibili è garantita inoltre grazie all'importante attività di negoziazione che Aifa svolge con le azienda farmaceutiche.

Organizzazione interna

[Torna su]

Aifa è organizzata in sei aree funzionali, di cui 5 tecnico scientifiche e una amministrativa. La rappresentanza dell'Agenzia è affidata al Direttore Generale, che la dirige e la gestisce e che è responsabile di determinate attività.

C'è poi il Consiglio di Amministrazione, presieduto dal Presidente, che viene designato dal Ministro della Salute d'intesa con la Conferenza Stato-Regioni e da quattro soggetti, due dei quali designati dal Ministero della Salute e gli altri due dalla Conferenza Stato Regioni.

Il Collegio dei revisori dei Conti, che resta in carica 5 anni, si occupa di controllare la contabilità dell'Ente e la sua attività. All'Organismo Indipendente di Valutazione invece è attribuito il controllo strategico dell'Agenzia.

Rapporti internazionali

[Torna su]

L'attività di regolazione dell'Aifa nel settore farmacologico riveste un rilievo assai importante sia in ambito europeo che extraeuropeo.

A livello Europeo l'Agenzia ha un ruolo molto importante all'interno dell'EMA (Agenzia Europea per i medicinali) per quanto riguarda le attività di valutazione scientifica dei medicinali, grazie alla collaborazione di esperti autorevoli di cui si avvale e che seleziona in modo rigoroso.

Mantiene rapporti costanti con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), con Paesi Terzi Extra UE in base ad accordi bilaterali, collabora con lo European Network Training Center (EU NTC) per quanto riguarda le attività di formazione e aggiornamento e, sempre in materia di formazione, partecipa ai progetti formativi che vengono promossi dalla Commissione Europea e dalle altre Agenzie di regolazione dell'Unione Europea.


In evidenza oggi: