Approvato in Commissione al Senato l'emendamento che cancella la norma che prevedeva lo stop all'iscrizione a ruolo in caso di mancato o parziale pagamento del contributo unificato
mano che preme tasto cancella

Cancellata la norma del ddl bilancio che bloccava l'iscrizione a ruolo di una causa in caso di mancato (o parziale) pagamento del contributo unificato. La commissione giustizia di palazzo Madama ha approvato infatti l'emendamento ad hoc a firma Lomuti (M5S).

La norma, si ricorda, aveva scatenato le ire dell'intera avvocatura nei giorni scorsi (leggi Addio iscrizione a ruolo senza il versamento del contributo unificato).

Il provvedimento, ovviamente, dovrà essere confermato dal voto dell'aula.

"Siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo e siamo soddisfatti - scrivono i senatori M5S in una nota congiunta.

"La riformulazione del art. 192 sul contributo unificato è di assoluto buonsenso" fa eco il senatore Ostellari (Lega) presidente della commissione giustizia al Senato.

Leggi anche:

- Passo indietro sul contributo unificato: vincono gli avvocati

- Manovra 2022: le novità della legge di bilancio

Vedi anche:
- Il contributo unificato. I valori per i diversi tipi di procedimento e la tabella riassuntiva (anche in PDF).
- Raccolta di articoli e sentenze sul contributo unificato
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: