Si tratta del credito d'imposta che favorisce gli esercenti di attività teatrali e spettacoli dal vivo. Ecco quali sono i requisiti per richiederlo
mani alzano il sipario a teatro

Bonus teatri 2021 nel decreto Sostegni

[Torna su]

Per il bonus teatri e spettacoli in compensazione, le istanze anche per gli spettacoli in digitale, sarà possibile presentare le domande da oggi, 14 ottobre e fino al 15 novembre. Si tratta di una misura dal decreto Sostegni: l'accesso è riservato agli esercenti di attività teatrali e spettacoli dal vivo che hanno registrato un calo del fatturato pari almeno al 20% nel 2020 rispetto al 2019. A chiarirlo è l'Agenzia delle entrate nel provvedimento 262278-2021 (in allegato). Gli aventi diritto dovranno comunicare all'Agenzia delle entrate l'ammontare delle spese sostenute nell'anno 2020 per la realizzazione delle attività teatrali e degli spettacoli dal vivo, per consentire l'individuazione della quota effettivamente fruibile del credito d'imposta, in proporzione alle risorse disponibili. All'uopo è previsto un modello di "Comunicazione delle spese relative alle attività teatrali e agli spettacoli dal vivo" con le relative istruzioni. Il credito d'imposta è un contributo straordinario, cumulabile con altri finanziamenti concessi dal Fondo unico per lo spettacolo, pari al 90% delle spese sostenute nel corso del 2020 per la realizzazione di spettacoli, anche se tramite sistemi digitali.

Bonus teatri, modalità e termini per l'invio della comunicazione

[Torna su]

A disposizione ci sono 10 milioni di euro. In caso di richieste superiori alla cifra stanziata, l'Agenzia delle Entrate provvederà a rideterminare l'ammontare del bonus riconosciuto. La comunicazione è inviata esclusivamente con modalità telematiche, direttamente dal contribuente oppure avvalendosi di un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni, mediante i canali telematici dell'Agenzia delle entrate.

Gli aggiornamenti delle specifiche tecniche saranno pubblicati nell'apposita sezione del sito internet dell'Agenzia delle entrate e ne sarà data relativa comunicazione. Dopo la presentazione della Comunicazione è rilasciata, entro 5 giorni, una ricevuta che ne attesta la presa in carico, ovvero lo scarto, con l'indicazione delle relative motivazioni. La ricevuta viene messa a disposizione del soggetto che ha trasmesso la Comunicazione, nell'area riservata del sito internet dell'Agenzia delle entrate. La comunicazione può essere inviata dal 14 ottobre 2021 al 15 novembre 2021. Nello stesso periodo si potrà inviare una nuova Comunicazione, che sostituisce integralmente quella precedentemente trasmessa. L'ultima Comunicazione validamente trasmessa sostituisce tutte quelle precedentemente inviate; oppure si potrà presentare la rinuncia integrale al credito d'imposta precedentemente comunicato.

Bonus teatri, ammontare del credito d'imposta

[Torna su]

Il credito d'imposta è pari al 90 per cento della spesa sostenuta nell'anno 2020 per le attività teatrali e gli spettacoli dal vivo, risultante dall'ultima Comunicazione validamente presentata, in assenza di successiva rinuncia. L'ammontare massimo del credito d'imposta fruibile è pari al credito d'imposta richiesto moltiplicato per la percentuale resa nota con provvedimento 4 del Direttore dell'Agenzia delle entrate, da emanare entro il 25 novembre 2021. Detta percentuale è ottenuta rapportando il limite complessivo di spesa all'ammontare complessivo dei crediti d'imposta richiesti. Nel caso in cui l'ammontare complessivo dei crediti d'imposta richiesti risulti inferiore al limite di spesa, la percentuale è pari al 100 per cento. Per consentire all'Agenzia delle entrate la verifica del rispetto limite di spesa di cui all'articolo 36-bis, comma 6, del Decreto, il credito d'imposta è utilizzabile dai beneficiari esclusivamente in compensazione.

Scarica pdf Agenzia delle Entrate 262278/2021
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: