Si riparte da Roma a ottobre, per poi procedere con le città di Napoli e Milano. L'iniziativa sarà attiva sino a settembre 2022
ambiente di lavoro in coworking

Cassa forense e coworking

[Torna su]

Nella dimensione di welfare attivo, considerato il successo della prima iniziativa pilota, Cassa forense ha deciso di implementare l'iniziativa di Coworking. ricordiamo che il coworking è un contratto che prevede l'utilizzo di una postazione di lavoro attrezzato all'interno di uno spazio condiviso anche per poche ore al giorno o occasionalmente (vedi la guida al Coworking). Dunque già da ottobre si riparte da Roma, per poi procedere con le città di Napoli e Milano. L'iniziativa sarà attiva sino a settembre 2022.

Il nuovo progetto di coworking

[Torna su]

L'iniziativa era partita lo scorso anno. Dal 14 settembre 2020 sino al 13 settembre 2021, promossa da Cassa Forense con la collaborazione dell' Ordine degli Avvocati di Roma. Cassa Forense aveva messo a disposizione gratuitamente per i propri iscritti nella città di Roma nei pressi dei Tribunali, in Via Attilio Regolo e in Via Boezio, e all'Eur in Piazza Marconi, spazi di lavoro in coworking e sale riunioni.

Come chiarisce il sito della Cassa forense, rinnovato, il progetto di coworking consentirà l'utilizzo gratuito di sale riunioni e/o spazi lavoro a tutti gli avvocati e praticanti iscritti a Cassa Forense.

Gli spazi di coworking

[Torna su]

L'utilizzo di spazi in coworking ha riguardato già altre categorie professionali, considerati i vantaggi connessi alla flessibilità e alla riduzione dei costi, poichè consente di adattare lo spazio ed i servizi aggiuntivi ai volumi di lavoro, non dovendosi occupare della loro gestione. Il progetto - spiega la Cassa - viene ripetuto a Roma sia in considerazione del numero degli iscritti, oltre 24.000, che della presenza in questa città di Magistrature Superiori quali Corte di Cassazione, Consiglio di Stato, Tribunale Superiore Acque Pubbliche, Corte Costituzionale cui accedono di colleghi di tutt'Italia che in trasferta possono avere necessità di questi spazi.

Di seguito si passerà anche a Milano e Napoli che hanno oltre 10.000 iscritti ciascuna e che vedono sul loro territorio un forte passaggio di avvocati di altri Fori.

Gli spazi che saranno a disposizione gratuitamente degli iscritti nella città di Roma sono nei pressi dei Tribunali in Via Attilio Regolo e in Via Boezio.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: