I nuovi codici tributo saranno attivi dal 15 settembre per il pagamento dei contributi tramite F24. Ecco le istruzioni della Cassa
F24 modello visto da vicino

Contributi avvocati, l'aggiornamento

[Torna su]

Saranno attivi dal prossimo 15 settembre due nuovi codici tributo per i versamenti alla Cassa forense tramite F24. Ad informare della novità è la stessa Cassa forense in una nota. In particolare si tratta del codice E105 per il pagamento dell'integrazione contributo soggettivo minimo (artt. 25 e 26 del Regolamento Unico della Previdenza) e il codice E106 per il pagamento degli interessi da integrazione contributo minimo soggettivo. Ciò significa che, nei primi otto anni di iscrizione alla Cassa, anche non

consecutivi, è possibile integrare il versamento del contributo minimo soggettivo con riferimento ad ogni singola annualità, per coloro che hanno prodotto un reddito inferiore ad euro 10.300 per aver riconosciuto l'intero anno ai fini pensionistici.

Contributi avvocati, compilazione dei modelli

[Torna su]

Vediamo insieme, come suggerisce la Cassa forense, come compilare il modello F24. Gli iscritti potranno accedere alla propria posizione personale sul sito di Cassa Forense (www.cassaforense.it), cliccando nella casella "PAGAMENTI" - ISTITUTI VOLONTARI - INTEGRAZIONE FACOLTATIVA CONTRIBUTO SOGGETTIVO

MINIMO e scegliere se generare e stampare il Modello F24; in tal caso il sistema produrrà in automatico il modello già precompilato e personalizzato nell'apposita sezione "altri Enti previdenziali e assicurativi".

Per effettuare il pagamento, anche tramite compensazione con i crediti vantati nei confronti dello Stato, servirà accedere alla piattaforma ENTRATEL/FISCONLINE, con le proprie credenziali o quelle del consulente di fiducia, cliccare su F24 WEB e COPIARE tutti i dati inseriti nel modello F24 personalizzato da Cassa che si è in precedenza stampato o salvato sul pc; si potrà, poi, compilare l'apposita "sezione Erario" in cui verranno indicati i codici tributo e l'importo del relativo credito che eventualmente si intende compensare.

Nello specifico la Cassa raccomanda di utilizzare i dati inseriti dalla Cassa nel modello F24 personalizzato e precompilato, ricopiandoli fedelmente in F24WEB affinché possa essere garantita all'iscritto la corretta rendicontazione del versamento nella propria posizione personale.

In caso di errate indicazioni di codici o dell'anno di riferimento, non potrà essere garantita una tempestiva, ma soprattutto corretta, imputazione dei versamenti effettuati, utili ad esempio ai fini del rilascio di certificazioni. Non dovrà essere utilizzato il modello F24 per compensare altre tipologie di contributi dovuti alla Cassa, e per i quali non è stata ancora attivata la procedura con Agenzia delle Entrate, per evitare ritardate o errate imputazioni dei versamenti.

Contributi avvocati, gli altri codici già attivi

[Torna su]

I due nuovi codici si aggiungono ai codice causale contributo già rilasciati dall'Agenzia delle Entrate e utilizzabili nel modulo precompilato F24 di Cassa Forense:

codice Ente (Cassa Forense): 0013

Ecco invece i codici causale contributo:

E100 denominato "CASSA FORENSE - contributo soggettivo minimo";

E101 denominato "CASSA FORENSE - contributo di maternità";

E102 denominato "CASSA FORENSE - contributo soggettivo autoliquidazione (Mod. 5)";

E103 denominato "CASSA FORENSE - contributo integrativo autoliquidazione (Mod. 5)".

E104 denominato "CASSA FORENSE - Riscatto art. 37 Reg. Unico Prev. Forense"

E105 denominato "CASSA FORENSE - integrazione contr. minimo soggettivo (12 mesi)

E106 denominato "CASSA FORENSE - interessi integrazione contr. minimo soggettivo.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: