Nella Costituzione la tutela dell'ambiente e degli animali e nuovo limite all'iniziativa economica privata. I nuovi artt. 9 e 41 della Costituzione

Animali e ambiente entrano ufficialmente nella Costituzione

[Torna su]

Arriva martedì 8 febbraio 2022 il si definitivo delle Camere, all'ingresso degli animali e dell'ambiente nel testo della Costituzione. Sfiorata l'unanimità. Il progetto di legge C 3156-B (dossier ufficiale sotto allegato) ha ottenuto infatti ben 468 voti a favore, 1 solo contrario. Maggioranza che, proprio perché così elevata, non richiede la sottoposizione del testo al referendum confermativo e dunque le modifiche alla Carta Costituzionale saranno subito in vigore.

Un si, lo ricordiamo, che è arrivato dopo che la Commissione UE aveva deciso di dare il via a una procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia perché non era prevista un'adeguata protezione delle specie minacciate e dell'habitat naturale.

Ma vediamo ora cosa prevede il testo che modifica la Costituzione, introducendo la tutela di animali e ambiente.

Tutela dell'ambiente nell'interesse delle future generazioni

[Torna su]

La prima modifica, interviene sull'art. 9 del testo costituzionale, che al primo comma prevede la promozione da parte della repubblica dello sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica e al secondo sancisce la tutela il paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione.

Articolo cui viene aggiunto un terzo comma con cui si dispone la tutela dell'ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, anche nell'interesse delle future generazioni. Riserva di legge statale infine per quanto riguarda la disciplina dei modi e delle forme di tutela degli animali.

In questo modo si vuole dare piena attuazione alla tutela dell'ambiente, che nell'art 117, comma 2 della Costituzione, viene solo indicato tra le materia riservate in via esclusiva alla competenza legislativa dello Stato.

Secondo la formulazione della norma l'ambiente deve essere inteso nella sua accezione più ampia, ma l'aspetto più interessante della disposizione è la finalità della tutela ambientale "nell'interesse delle nuove generazioni."

Si provvede inoltre a salvaguardare le competenze delle Regioni a statuto speciale e delle Province autonome di Trento e Bolzano nella materia legislativa di tutela degli animali.

Coma cambia l'articolo 9 della Costituzione

1. La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
2. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
3. Tutela l'ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell'interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali.

Iniziativa economica privata senza danno a salute e ambiente

[Torna su]

L'altra modifica interviene su uno degli articoli cardine della Costituzione. Si tratta dell'art. 41, che sancisce la libertà dell'iniziativa economica, prevedendone nel contempo i limiti. Con la riforma, ambiente e salute diventano limiti ulteriori all'iniziativa economica privata, ma anche finalità da perseguire.

Al comma 2 si dispone infatti che l'iniziativa economica privata non possa svolgersi in danno alla salute e all'ambiente, premettendo questi due limiti a quelli già vigenti, ovvero la sicurezza, la libertà e la dignità umana.

Modificato infine il terzo comma, in cui si dispone di riservare alla legge la possibilità di indirizzare e coordinare l'attività economica, pubblica e privata, a fini non solo sociali, ma anche ambientali.

Come cambia l'art. 41 della Costituzione

1. L'iniziativa economica privata è libera.
2. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana, alla salute.
3. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientali.
Scarica pdf Dossier ufficiale proposta n. 3156-B

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: