Il primo termine, dell'8 febbraio, fu rinviato di tre mesi per il caos che aveva generato. Vediamo cosa succede a chi non accetta i nuovi termini di utilizzo dell'app
logo di Whatsapp

WhatsApp, l'ultimatum (scaduto) del 15 maggio

[Torna su]

A febbraio si era scatenato il caos tanto da dover rimandare tutto. Quello di WhatsApp del 15 maggio è stato l'ultimatum per gli utenti alle prese con la nuova informativa sulla privacy. L'applicazione di proprietà di Facebook sta introducendo un aggiornamento molto importante e dibattuto (vedi anche WhatsApp e condivisione dati Facebook: facciamo chiarezza). Il risultato? Già dai primi quattro mesi del 2021, sono aumentate del 98% le installazioni di Telegram e i download di Signal sono aumentati dell'1,192%, sempre su base annua.

Cosa succede a chi non accetta i nuovi termini di utilizzo di WhatsApp

[Torna su]

Era stata la stessa app di messaggistica, tra le più usate nell'intero pianeta, ad annunciare ad inizio 2021 ai propri utenti che sarebbe entrata in vigore la nuova policy sulla privacy. Modifica slittata e messa a punto il 15 maggio scorso.

Cosa accade a chi non accetta i nuovi termini di utilizzo?

L'account resta però con limitazione dell'accesso alle chat e la possibilità di utilizzare solo alcune funzioni.

Dal 15 maggio un promemoria a schermo intero con l'invito ad accettare le condizioni e, dopo un periodo di alcune settimane, il promemoria diventerà persistente, nel caso in cui la persona non accetterà la nuova policy aziendale non sarà più possibile accedere all'elenco delle chat che verrà oscurato dal promemoria.

WhatsApp, le conseguenze estreme

[Torna su]

Il risultato è che non si potranno più fare chiamate o videochiamate, ma solo rispondere a quelle in arrivo. A notifiche di WhatsApp attive sarà ancora possibile rispondere ai messaggi solo dalla finestra di dialogo interna alla notifica o avviare una chiamata. Scaduto il periodo di alcune settimane dalla comparsa del promemoria sullo schermo, "WhatsApp interromperà l'invio e la ricezione di chiamate da e verso gli account di chi non ha accettato la policy sulla privacy". Ed ancora dopo 120 giorni di inattività l'account sarà eliminato in automatico. L'eliminazione dell'account non è reversibile, in quanto comporta l'eliminazione della cronologia dei messaggi, l'eliminazione dei backup di WhatsApp e la rimozione dell'account dai gruppi WhatsApp.

Vedi anche:
Whatsapp: gli aspetti legali che devi conoscere Whatsapp: raccolta di articoli e questioni legali
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: