Le novità in materia di pensione sono all'ordine del giorno. Nel 2021, è stato ancora una volta significativo l'intervento del decreto milleproroghe
ragazzo con computer che pensa alla pensione

Contributi pensione sospesi

[Torna su]

Il decreto milleproroghe 2021 contiene diverse previsioni che riguardano la questione previdenza e che interessano i pensionati o gli aspiranti tali.

Prima tra tutti possiamo citare la decorrenza dei termini di prescrizione dei contributi da versare per la previdenza e l'assistenza obbligatorie: la stessa resta infatti sospesa sino al 30 giugno 2021.

Recupero pensioni indebite

[Torna su]

Per quanto riguarda il recupero delle somme erogate ingiustificatamente a titolo di pensione, il decreto milleproroghe ha fissato al 31 dicembre 2021 il termine entro il quale l'INPS deve procedervi, laddove l'indebito sia stato accertato all'esito delle verifiche dei redditi relativi al periodo di imposta 2018.

Lavori gravosi

[Torna su]

Prolungate anche le tempistiche entro le quali deve essere concluso il lavoro delle commissioni tecniche incaricate di studiare le condizioni lavorative di determinate professioni al fine dell'eventuale estensione alle medesime dei benefici pensionistici previsti per i lavori gravosi: il termine per provvedervi è il 31 dicembre 2021, data entro la quale andrà consegnata anche l'analisi della spesa pubblica in materia previdenziale e assistenziale.

Accredito dei contributi figurativi

[Torna su]

Infine, possiamo citare il differimento dal 30 settembre al 31 dicembre del termine per la presentazione delle domande di accredito dei contributi figurativi riconosciuti, per il 2019, ai lavoratori collocati in aspettativa non retribuita per l'espletamento di funzioni pubbliche elettive o di cariche sindacali.

Vai alla guida Milleproroghe 2021: tutte le misure

Vedi anche:
Novità pensioni: ultime notizie
Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: