Il Direttore Generale delle Finanze detta le regole per lo svolgimento delle udienze tributarie da remoto con Skype for Business
avvocato in videoconferenza con pc e codici

Skype For Business per le udienze tributarie da remoto

[Torna su]

Il decreto Direttoriale RR 46/2020 (sotto allegato) del Dipartimento delle Finanze datato 11 novembre 2020, che entrerà in vigore dalla data della pubblicazione in GU, detta le regole operative per lo svolgimento delle udienze tributarie pubbliche o camerali da remoto.

Il programma informatico previsto per con sentire lo svolgimento delle udienze a distanza è Skype for Business. I collegamenti avvengono con dispositivi che utilizzano solo spazi di memoria e infrastrutture del Sistema informativo della Fiscalità (SIF) del Ministero dell'Economia e delle Finanze, nei limiti delle risorse e apparati assegnati ai singoli uffici e nel rispetto delle regole indicate nelle "Linee guida tecnico operative" pubblicate sul sito dedicato alla Giustizia tributaria del Ministero dell'Economia e delle finanze, che si rivolgono ai difensori e alle parti che si difendono autonomamente.

Svolgimento delle udienze tributarie a distanza

[Torna su]

La partecipazione alle udienze a distanza avviene in modo da garantire la reciproca, effettiva e contestuale visibilità e ascolto di tutti i soggetti collegati, a garanzia del contraddittorio.

La decisione di svolgere l'udienza a distanza spetta al Presidente, che la comunica a mezzo pec alle parti. Prima dell'udienza l'ufficio di segreteria invia una comunicazione alle parti, sempre a mezzo pec, che contiene il link (che è sempre diverso e non è cedibile a terzi, ad accezione del difensore delegato) per partecipare all'udienza e l'avviso che, partecipando all'udienza, i dati verranno trattati nel rispetto della normativa privacy contenuta del GDPR.

Nell'ipotesi di malfunzionamento del collegamento da remoto il Presidente sospende l'udienza e se non è possibile riprenderla, rinvia ad altra data, comunicandolo alle parte a mezzo pec.

Redazione e sottoscrizione del verbale d'udienza

[Torna su]

Il verbale d'udienza viene redatto come documento informato e deve essere sottoscritto con firma digitale dal Presidente e dal segretario d'udienza, se non è possibile firmare digitalmente, il segretario effettua una copia informatica del verbale sottoscritto a mano e la inserisce nel fascicolo informatico dell'ufficio dopo avervi apposto la propria firma digitale.

Leggi anche:

- Processo tributario telematico: si parte dal 1° dicembre

- Il processo tributario

Scarica pdf. Decreto Direttoriale 46 RR - 11.11.2020
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: