Si parte il 28 febbraio come già stabilito nel decreto Semplificazioni. Spid unica credenziale per accedere ai servizi digitali e App Io per fare autocertificazioni dal cellulare
volto che mostra evoluzione identita digitale con spid

P.A. dal 28 febbraio digitalizzazione

Il conto alla rovescia per la digitalizzazione è stabilito. « Nella Pa ci sono molte qualità diffuse e competenze di indubbia utilità, tuttavia ogni tanto la Pa funziona come un motore che deve essere spinto a mano per partire. Si parla da anni di digitalizzazione e innovazione - a chiarirlo è il ministro per l'innovazione Paola Pisano, nel corso dell'evento "Made in Italy: the restart," de Il Sole 24 ore - andava identificata una data per fare in modo che l'avvio della digitalizzazione fosse fissato, non che rimanesse nell'anno nel mai, per questo nel dl semplificazione abbiamo posto come data il 28 febbraio».

Spid e App IO, per accedere ai servizi della P.a.

Un cambio di direzione alla P.a. verso il digitale che certamente passa attraverso Spid e App Io. E dal 28 febbraio lo Spid (il Sistema pubblico di identità digitale), insieme alla carta d'identità elettronica, diventerà la sola credenziale per accedere ai servizi digitali della pubblica amministrazione centrale e locale, ferma restando l'utilizzabilità delle altre credenziali fino alla data di naturale scadenza e comunque non oltre il 30 settembre 2021.

Ed ancora, da quella data, le amministrazioni saranno obbligate ad aderire al sistema PagoPA che consente ai cittadini il pagamento dei servizi in modalità digitale. E non dimentichiamo l'app IO per gli smartphone, sulla quale a breve dovranno essere disponibili tutti i servizi pubblici resi in modalità digitale. Una volta andata a regime l'applicazione IO tutti i cittadini potrebbero effettuare autocertificazioni o presentare istanze e dichiarazioni utilizzando il cellulare.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: