La marca da bollo non ha una scadenza prefissata, ma in alcuni casi non è più possibile utilizzarla o non è conveniente farlo. Vediamo quali sono
marca da bollo adesiva

Marca da bollo: nessuna scadenza

[Torna su]

La marca da bollo è un documento molto utilizzato. Si tratta, infatti, di un metodo per pagare l'imposta di bollo dovuta allo Stato per il rilascio di diversi atti, civili, commerciali, giudiziari, ma non solo. Si pensi, ad esempio, al passaporto, alle fatture, agli atti notarili, ai certificati e così via.

Chi utilizza spesso le marche da bollo (come il professionista che emette molte fatture) tende ad acquistarne un po' da tenere da parte per ogni evenienza, per evitare di trovarsi impreparato di fronte a un'impellente esigenza o di doverle acquistare continuamente.

Del resto, la marca da bollo non ha nessuna scadenza e, potenzialmente, può essere utilizzata anche dopo diversi anni dal suo acquisto.

Marca da bollo non più valida: modifica dei valori

[Torna su]

Tuttavia, l'importo dell'imposta di bollo talvolta si modifica e, quindi, una vecchia marca può non essere più utile per adempiere al pagamento nei confronti dello Stato.

Ad esempio, una delle marche da bollo attualmente più utilizzate è quella da 16 euro, che fino a qualche tempo fa era di importo pari a 14,62 euro.

In tal caso, o si compra una marca di importo integrativo o si è costretti ad acquistare una nuova marca con l'importo aggiornato.

Validità dei documenti

[Torna su]

Un'altra ipotesi in cui una vecchia marca da bollo perde valore è quella in cui il certificato sulla quale è apposta ha una validità temporale. In tal caso, se ad esempio il certificato vale per sei mesi, anche la marca da bollo sullo stesso apposta avrà tale validità.

Come annullare la marca da bollo

[Torna su]

Infine, va detto che la marca da bollo apposta su un documento in alcuni casi va annullata, per evitare che altri se ne approprino indebitamente, staccandola e riattaccandola altrove.

Per annullarla occorre apporre una firma, una data o un timbro con un inchiostro copiativo, avendo cura di segnare sia la marca che il foglio sulla quale è stata applicata.

Altrimenti, è possibile perforare la marca.

Vai alla nostra guida La marca da bollo

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: