Per gli Ermellini, il medico risponde del proprio comportamento ogni volta che questo pregiudichi il decoro della professione
un medico con espressione perplessa

Il decoro professionale va tutelato

[Torna su]

Con la sentenza n. 16421/2020 (sotto allegata), i giudici di legittimità si sono occupati di responsabilità deontologica degli esercenti l'attività sanitaria, giungendo ad affermare un importante principio: l'immagine dei camici bianchi va tutelata al massimo e, quindi, i sanitari possono rispondere disciplinarmente anche per i comportamenti tenuti nello svolgimento di attività diverse dall'esercizio della professione.

Potere disciplinare sui medici

[Torna su]

Del resto, l'articolo 38 del d.p.r. n. 221/1950, delimitando l'ambito di operatività del potere disciplinare, è chiaro nell'affermare che questo può essere esercitato nei confronti dei "sanitari che si rendano colpevoli di abusi o mancanze nell'esercizio della professione o, comunque, di fatti disdicevoli al decoro professionale".

Tale articolo, quindi, considera illeciti disciplinare tutti i comportamenti suscettibili di ledere il decoro professionale, a prescindere dal fatto che gli stessi siano compiuti o meno nel contesto dell'esercizio della professione.

Responsabilità del medico per fatti extrafunzionali

[Torna su]

Per la Corte di cassazione, in sostanza, coloro che appartengono a categorie professionali, e quindi anche i medici, possono essere colpiti da sanzioni disciplinari "sia per condotte c.d. funzionali, che per fatti extrafunzionali, sempre che le une e gli altri siano idonei a incidere sulla connotazione deontologica della categoria di riferimento".

Il potere dell'organo disciplinare sul medico

[Torna su]

Tuttavia, l'organo disciplinare, nello svolgere il suo potere di valutazione del comportamento del medico, deve limitare la propria indagine all'ambito delle attività svolte nell'interesse personale del professionista e dell'attività professionale in genere, mentre non può giudicare il comportamento riconducibile all'ambito dell'eventuale esercizio di mansioni o funzioni pubbliche da parte del sanitario.

Scarica pdf sentenza Cassazione n. 16421/2020
Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: