Nuovo bando straordinario che riguarda l'assegnazione di contributi forfetari per il rimborso dei costi dell'attività legale. Le domande devono essere presentate entro il 23 luglio 2020
donna che guarda formula interessi per investimenti

Bando spese studi legali, a chi è destinato

[Torna su]

La Cassa forense, nell'ambito delle prestazioni a sostegno della professione previste nel Regolamento per l'erogazione dell'assistenza e tenuto conto dell'attuale situazione emergenziale da covid 19, ha indetto un bando straordinario per l'assegnazione di contributi forfetari per rimborso costi per l'attività legale (in allegato il bando)

il bando è indirizzato agli avvocati e i praticanti avvocati che, alla data del 31 dicembre 2019 siano iscritti alla Cassa, successivamente non sospesi ai sensi dell'art. 20 della L. n° 247/12, né cancellati dall'Albo/Registro dei praticanti avvocati e in possesso dei requisiti. Sono esclusi i beneficiari del "reddito di ultima istanza" di cui all'art. 44 DL 18/2020 per il mese di marzo e di aprile 2020 nonché coloro che risultano inseriti utilmente nella graduatoria dei bandi straordinari n. I/2020 per l'assegnazione di contributi per canoni di locazione dello studio legale per conduttori persone fisiche o per l'assegnazione di contributi per canoni di locazione dello studio legale per conduttori persone giuridiche o per l'assegnazione di contributi per l'acquisto di strumenti informatici per lo studio legale.

I requisiti e l'importo

[Torna su]

Il bando prevede uno stanziamento prevede uno stanziamento pari ad € 2.500.000,00. Il contributo fornito equivale al 15% della differenza fra il volume di affari IVA e il reddito IRPEF dichiarato col Mod5/2019. Per i soli iscritti alla Cassa dal 2019 il rapporto percentuale sarà calcolato sulla base dei dati reddituali del 2019, da dichiarare in sede di domanda. Non sono riconoscibili contributi di importo inferiore ad 300 euro o superiore ad € 1.200 euro.

Per partecipare al bando ed essere ammessi in graduatoria è richiesto:

- essere in regola con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa (Mod. 5) alla data di pubblicazione del bando;

- non essere beneficiario di rimborso, totale o parziale, per le medesime causali da parte di altri Enti.

Bando spese studi legali, come presentare la domanda

[Torna su]

A pena di inammissibilità, la domanda, contenente l'autocertificazione dei dati reddituali relativi all'anno 2018 se ed in quanto richiesti, deve essere inviata entro le ore 24,00 del 23 Luglio 2020 esclusivamente tramite l'apposita procedura on-line attivata sul sito internet della Cassa www.cassaforense.it. Le domande prive o carenti degli elementi essenziali che consentano l'individuazione dell'istante o l'oggetto della richiesta sono considerate inammissibili. In caso di mancanza, incompletezza o irregolarità degli elementi formali della domanda e delle dichiarazioni rese, anche da terzi, il richiedente deve produrre le dichiarazioni, integrazioni o regolarizzazioni indicate da Cassa Forense nel termine perentorio di 15 giorni dalla relativa comunicazione, a pena di esclusione. Per la formazione della graduatoria, non si terrà conto in alcun modo dell'ordine di presentazione delle domande.

Scarica pdf bando costi studio Cassa forense
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: