Scade il 20 febbraio il termine per presentare domanda per il progetto Lawyerex che vuole favorire la mobilità di avvocati all'interno dell'Unione Europea
donna che pensa di fare un tirocinio

di Gabriella Lax - Parteciperà anche l'Italia al progetto "Lawyerex - Multilateral Exchange of Lawyers" coordinato dalla Fondazione dell'Avvocatura Europea e co-finanziato dall'Unione Europea. Entro il 20 febbraio dovranno essere presentate le domande.

Vediamo in cosa consiste Lawyerex e come aderire (vedi anche Lawyerex: tirocini per giovani avvocati in UE).

L'Italia alla terza edizione di "Lawyerex"

[Torna su]

Il Consiglio Nazionale Forense, come specifica una nota, partecipa alla terza edizione del progetto prevede gli Ordini nazionali di Cipro, Repubblica Ceca, Italia, Romania, Slovacchia e Spagna oltre agli Ordini di Atene, Barcellona e Parigi. Gli avvocati selezionati potranno svolgere un periodo di tirocinio all'estero, tra novembre 2019 e aprile 2021, della durata di due settimane (10 giorni lavorativi) presso uno studio professionale internazionale, con l'ausilio di un avvocato supervisore, su una materia a scelta tra quelle di seguito indicate: diritto civile, diritto penale, diritto pubblico, Diritto dell'Unione Europea.

"Lawyerex", le opportunità

[Torna su]

Lo scambio offre l'opportunità ad un totale di 5 giovani avvocati italiani, con un massimo di 7 anni di iscrizione all'albo di acquisire la conoscenza di altri sistemi legali di paesi europei, per migliorare le proprie competenze legali e linguistiche.

Il progetto prevede selezioni distinte per periodi distinti di tirocinio. L'avviso di cui ci occupiamo adesso riguarda la selezione di tre avvocati per il periodo di tirocinio da svolgersi tra settembre/dicembre 2020.

"Lawyerex", requisiti per la partecipazione

[Torna su]

Il sito del Consiglio nazionale forense chiarisce che tra i requisiti per lo scambio, sono necessari: Iscrizione all'albo degli Avvocati successiva al 1° gennaio 2012; conoscenza di base/interesse comprovato per il diritto dell'Unione Europea; buona conoscenza informatica (Information Technology skills); buona conoscenza della lingua inglese e/o della lingua del paese di preferenza.

La domanda di partecipazione da compilare in tutti i campi entro il giorno 20 febbraio 2020 alle ore 12.00 dovrà essere inviata, insieme al curriculum, all'indirizzo di posta elettronica: humanrights@cnf.it. Serve indicare tre preferenze in relazione al paese in cui si vuole essere ospitati.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: