Dagli sconti massimi, alla card cultura ecco tutte le novità e il testo della nuova legge sul libro approvata definitivamente dal Senato
bambini leggono libri in una libreria

di Gabriella Lax - È stata approvata nei giorni scorsi all'unanimità in Senato la legge sul libro, la promozione e il sostegno alla lettura che prevede un Piano Nazionale d'Azione per la promozione della lettura con un Fondo che ha una dotazione di 4.350.000 euro annui a decorrere dal 2020. Una legge attesa da molto tempo sulla quale però si alternano luci ed ombre, da un lato per il fine di aiutare il sistema editoriale nel suo complesso, dall'altro, per il taglio sugli sconti sui libri.

Vediamo la finalità della nuova legge e le misure nel dettaglio:

Legge lettura, finalità

[Torna su]

La lettura è un mezzo per lo sviluppo della conoscenza, la diffusione della cultura, la promozione del progresso civile, sociale ed economico della Nazione, la formazione e il benessere dei cittadini. Per questo lo Stato deve promuove interventi volti a sostenere e a incentivare la produzione, la conservazione, la circolazione e la fruizione dei libri come strumenti preferenziali per l'accesso ai contenuti e per la loro diffusione.

Nasce con queste premesse la nuova legge sul libro il cui scopo è:

- diffondere l'abitudine alla lettura;

- promuovere la frequentazione di biblioteche e librerie;

- attuare interventi mirati per specifiche fasce di lettori. .

L'iter legislativo del Ddl lettura

[Torna su]

Dopo l'ok sulle coperture finanziarie da parte delle Commissioni Bilancio e Cultura del Senato il testo ha ricevuto l'ok definitivo dell'aula. Un'approvazione avvenuta praticamente all'unanimità. Ora si resta in attesa dell'ok definitivo.

A sostenere la proposta, in una nota congiunta, ci sono i presidenti dei librai di Ali Confcommercio Paolo Ambrosini, di Federcartolai Confcommercio Medardo Montaguti, e di Adei Editori Indipendenti Marco Zapparoli. «Come Francia, Germania, Spagna, Grecia - specificano - questa legge sostiene il rispetto del lavoro sul libro, frena la svendita del valore che penalizza tutti, a partire dai lettori e sostiene le politiche attive per la lettura e i suoi attori».

Dall'altra parte, però, la Federconsumatori che chiede di non tagliare gli sconti sui libri e un confronto con tutti i soggetti coinvolti: dalle istituzioni scolastiche alle associazioni dei consumatori.

Piano nazionale e capitale italiana del libro

[Torna su]

Tra le misure, l'articolo 2 della legge prevede un piano nazionale d'azione per la promozione della lettura con, in primis, l'istituzione della Capitale Italiana del Libro, che verrà scelta ogni anno dal Consiglio dei Ministri sulla base dei progetti delle città che si candidano e riceverà un finanziamento di 500 mila euro per la realizzazione di progetti. Un piano nazionale d'azione per la promozione della lettura, adottato dal Ministero per i Beni Culturali e il Turismo, finanziato con 4.350.000 euro all'anno e predisposto, coordinato e attuato dal Centro per il Libro e la Lettura.

Arrivano anche i Patti locali per la lettura e per le biblioteche scolastiche, un fondo di un milione di euro per formare il personale. E nasce l'Albo delle Librerie di Qualità.

Sconti sui libri

[Torna su]

Il punto più controverso della nuova legge riguarda lo sconto massimo applicabile sui libri. Nelle librerie, store online, grande distribuzione, infatti, lo sconto ordinario massimo passa dal 15% al 5% (scende dal 20 al 15% per i libri scolastici). Le librerie possono organizzare promozioni, una volta l'anno, con il limite di sconto del 15% mentre oggi queste sono rimesse solo agli editori, in mesi prestabiliti stabiliti con un decreto ministeriale a stabilire i mesi degli sconti per le librerie.

Per le promozioni, gli editori potranno continuare a fare promozioni un mese l'anno (mai dicembre), ma il limite degli sconti scende dal 25 al 20% e non si potranno fare offerte su libri pubblicati nei 6 mesi precedenti. Un decreto ministeriale stabilirà i mesi per le promozioni degli editori.

Fondi alle biblioteche

[Torna su]

Lettori attenti prevedono bibliotecari preparati. Così per il sostegno e lo sviluppo delle biblioteche scolastiche ci sarà un fondo di un milione di euro per formare il personale delle scuole delle reti di istituti impegnato nella gestione delle biblioteche scolastiche. Al fine di promuovere la lettura a scuola, gli uffici scolastici regionali individuano, attraverso appositi bandi, nelle reti tra istituzioni scolastiche del medesimo ambito territoriale, la scuola che opera quale polo responsabile del servizio bibliotecario scolastico di ogni ordine e grado.

Albo delle librerie di qualità

[Torna su]

Importante anche l'albo delle librerie di qualità: l'iscrizione sarà riservata alle librerie che esercitano in modo prevalente l'attività di vendita al dettaglio di libri in locali accessibili al pubblico e che assicurano un servizio innovativo e caratterizzato da continuità, diversificazione dell'offerta libraria e realizzazione di iniziative di promozione culturale nel territorio.

Bonus libri per le famiglie disagiate

[Torna su]

Per quanto riguarda gli incentivi fiscali: previsto un incremento del tax credit alle librerie di 3.250.000 euro, una Card Cultura da 100 euro per l'acquisto di libri per le famiglie più disagiate.

Scarica pdf legge lettura
Condividi
Feedback

(12/02/2020 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Sospensione del mutuo: ecco il modello