Arriva il bonus busta paga

Condividi
Seguici

Grazie all'istituzione del Fondo per la riduzione del cuneo fiscale alcuni lavoratori vedranno aumentare il proprio stipendio. Vediamo a chi spetta il bonus busta paga
lavoratore riceve gratifica stipendio in busta

di Annamaria Villafrate - Attraverso la riduzione del cuneo fiscale, a cui la manovra del 2020 intende provvedere grazie all'istituzione di un fondo apposito, i lavoratori esclusi dal bonus Renzi, percettori di un reddito medio annuo compreso tra i 26.600 e i 35000 euro, vedranno aumentare la propria busta paga di circa 50 euro al mese, cifra che dal 2021 potrebbe raddoppiare. Un aumento minimo invece per chi già percepisce il bonus Renzi, che è stato confermato per i lavoratori con redditi compresi tra gli 8000 e i 26.600 euro. Per loro pochi euro in più, che andranno ad aumentare i 960 euro annuali già previsti.

Bonus stipendi e taglio del cuneo fiscale

Il bonus stipendi è l'effetto del taglio del cuneo fiscale, ovvero di tutte quelle imposte che vanno a pesare sempre di più sul costo del lavoro. La manovra di bilancio 2020, approvata definitivamente il 23 di dicembre, prevede al comma 7 dell'art 1 che: "al fine di dare attuazione a interventi finalizzati alla riduzione del carico fiscale sulle persone fisiche, nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze è istituito un fondo denominato -Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti -, con una dotazione pari a 3.000 milioni di euro per l'anno 2020 e a 5.000 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2021."

Una riduzione sul costo del lavoro che si rifletterà sugli stipendi di alcune categorie di lavoratori, che vedranno aumentare, seppur di poco per alcuni, il proprio stipendio.

Esclusi dal bonus Renzi

Grazie a questa misura, i lavoratori esclusi dal bonus Renzi, che è stato confermato, potranno gradualmente veder aumentare la propria retribuzione. Come prevede il comma 7 dell'art 1 della manovra, secondo periodo, infatti accorrerà attendere il tempo necessario ad emanare "appositi provvedimenti normativi, nei limiti delle risorse di cui al primo periodo, eventualmente incrementate nel rispetto dei saldi di finanza pubblica nell'ambito dei medesimi provvedimenti" per dare attuazione agli interventi previsti.

Chi prenderà il bonus busta paga

Tornando alle categorie interessate dal bonus stipendi, i percettori di un reddito annuale compreso tra i 26.600 e i 35.000 euro, ovvero 4,5 milioni di lavoratori, vedranno aumentare la propria busta paga di circa 50 euro al mese, per un totale annuo di circa 500 euro nel 2020, importo che potrebbe raddoppiare già a partire dal 2021. Chi invece percepisce già il bonus Renzi di 80 euro ossia ben 9,4 milioni di lavoratori, perché titolare di un reddito compreso tra gli 8000 e i 26.600 annui vedrà innalzare il proprio stipendio dell'importo minimo di 40-50 euro ma su base annua.

Leggi anche:

- Bonus lavoratori: fino a 1.000 euro in più dal 2021

- Manovra 2020: cosa contiene

(30/12/2019 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Casa assegnata alla ex: al marito neppure il seminterrato
» Pensioni più basse per errore dell'Inps: cosa fare

Newsletter f t in Rss