Firmato il protocollo tra Consiglio Nazionale Forense e Alto Commissariato delle Nazioni Unite (UNHCR) per promuovere la tutela dei diritti dei rifugiati, dei richiedenti asilo e degli apolidi
sagome di popoli apolidi e rifugiati in fuga

di Redazione - Avvocati a tutela dei rifugiati, dei richiedenti asilo e degli apolidi. È stato firmato il 13 dicembre scorso, tra il Consiglio Nazionale Forense e l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite (UNHCR) il protocollo d'intesa per la promozione di un più ampio riconoscimento e una migliore e più completa tutela dei diritti dei rifugiati, dei richiedenti asilo e degli apolidi.

CNF e UNHCR insieme per i rifugiati

[Torna su]

Il protocollo (sotto allegato), sottoscritto dal Presidente Andrea Mascherin per il CNF e dal rappresentante per il Sud Europa Roland Schilling per UNHCR, prevede, nello specifico, una collaborazione su attività organizzative, scientifiche e culturali comuni nelle discipline giuridiche e comunque attinenti alla cultura professionale dell'avvocatura.

Gli obiettivi

[Torna su]

L'obiettivo riguarda la preparazione e l'aggiornamento formativo dei giovani avvocati e praticanti e di chi esercita le professioni legali e forensi all'interno dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

Il protocollo

[Torna su]

Il protocollo è frutto di un lavoro di progettuale portato avanti dal coordinatore della commissione per i diritti umani del CNF, Francesco Caia, e svilupperà una collaborazione costante tra i due organismi per individuare ed eliminare gli ostacoli all'effettivo riconoscimento e al pieno godimento, da parte dei rifugiati, dei richiedenti asilo e degli apolidi, di tutti i diritti loro spettanti ai sensi del diritto internazionale, nazionale ed europeo.

Scarica pdf protocollo CNF e UNHCR
Condividi
Feedback

(18/12/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Violenze in famiglia ai tempi del Coronavirus
» Rapporti genitori separati e figli: il vademecum degli avvocati civilisti