Sei in: Home » Articoli

Negoziazione assistita anche tra conviventi di fatto

Condividi
Seguici

È quanto prevede la proposta di legge Bignami assegnata alla commissione giustizia della Camera. Le novità e il testo della pdl
cartello con parole mediazione conflitto

di Redazione - Negoziazione assistita anche per i conviventi di fatto che sono esclusi dalla possibilità di utilizzare l'istituto introdotto nel 2014. È quanto propone il disegno di legge n. 1947 assegnato alla commissione giustizia della Camera in sede referente.

  • 1. Negoziazione assistita tra conviventi: il ddl
  • 2. Bignami: "disparità di trattamento rispetto ai casi di separazione dei coniugi"
  • 3. Negoziazione assistita tra conviventi, i vantaggi
  • 4. Il nuovo art. 6-bis del dl n. 132/2014
  • Negoziazione assistita tra conviventi: il ddl

    Il testo, recante "Introduzione dell'articolo 6-bis del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 novembre 2014, n. 162, in materia di procedure di negoziazione assistita tra conviventi di fatto" è d'iniziativa del deputato Bignami e mira a sanare una discriminazione priva di giustificazione o una mera dimenticanza del legislatore che ha escluso che non ha contemplato la possibilità anche per i conviventi di fatto di concludere le procedure di negoziazione assistita.

    Bignami: "disparità di trattamento rispetto ai casi di separazione dei coniugi"

    Allo stato attuale, infatti, scrive il firmatario della pdl, "per questi soggetti la negoziazione non è prevista, e ciò comporta una notevole disparità di trattamento rispetto ai casi di separazione dei coniugi poiché, se i figli sono nati in costanza di matrimonio, è possibile procedere alla definizione del rapporto anche attraverso negoziazione, mentre se i figli sono nati fuori dal matrimonio ciò non è possibile, e dunque occorre procedere unicamente con ricorso giudiziale ai sensi dell'art. 737 del codice di procedura civile".

    Negoziazione assistita tra conviventi, i vantaggi

    La negoziazione assistita, tra l'altro, si legge nella relazione al testo, "consente alle parti di non comparire in tribunale e ciò, indubbiamente, rappresenta un fatto positivo e comporta anche una notevole semplificazione procedurale".

    Il non aver previsto una simile possibilità anche per le coppie di fatto "potrebbe costituire un discrimine privo di giustificazione; più verosimilmente potrebbe trattarsi di una semplice dimenticanza del legislatore che, con la presente proposta di legge, composta da un solo articolo, si intende sanare".

    Il nuovo art. 6-bis del dl n. 132/2014

    Da qui la necessità di inserire un nuovo articolo al decreto legge n. 132/2014 della legge n. 162/2014.

    Dopo l'art. 6, la proposta mira all'inserimento del nuovo art. 6-bis, rubricato "Procedure di negoziazione assistita tra conviventi di fatto" che così dispone: "La convenzione di negoziazione assistita di cui all'articolo 6 del presente decreto può essere conclusa anche tra conviventi di fatto, come definiti ai sensi dell'articolo 1, comma 36, della legge 20 maggio 2016, n. 76".

Scarica pdf ddl negoziazione assistita tra conviventi
Vedi anche nella guida di procedura civile:
La negoziazione assistita - (La convenzione - il procedimento - la negoziazione obbligatoria - la negoziazione in materia di separazione e divorzio - il ruolo degli avvocati - I fac-simili)
(17/12/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Buoni fruttiferi postali: quando valgono gli interessi indicati sul retro
» WhatsApp e Striscia la notizia possono valere come prove

Newsletter f t in Rss