Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Avvocati e commercialisti, come ottenere il pin Inps

Condividi
Seguici

L'Inps fornisce ulteriori chiarimenti ad avvocati, dottori commercialisti ed esperti contabili che vogliono operare come intermediari abilitati all'esercizio della professione di consulente del lavoro
pin unico per servizi digitali pubblica amministrazione

di Gabriella Lax - Come devono fare gli avvocati e i commercialisti che vogliono ottenere il pin dell'Inps? È l'Istituto stesso, con il messaggio n. 4440 del 28 novembre 2019 (in allegato), a dare tutte le spiegazioni del caso, in seguito alle numerose richieste di chiarimenti pervenute riguardo, in particolare, al censimento dei professionisti.

  1. Il censimento dei professionisti
  2. Pin Inps, per avvocati la richiesta con la pec
  3. Avvocati e comunicazione all'Inl
  4. Pin Inps, per commercialisti ed esperti contabili

Il censimento dei professionisti

Avvocati, dottori commercialisti ed esperti contabili sono tenuti, per poter operare in qualità di intermediari sul sito al fine di svolgere adempimenti in materia di lavoro, previdenza ed assistenza sociale dei dipendenti, ad effettuare un'apposita comunicazione telematica, come spiegato nel precedente messaggio dell'istituto n. 2819 nel luglio 2019.

https://www.studiocataldi.it/articoli/35466-avvocati-e-commercialisti-censimento-inps.asp

Nell'ulteriore e più recente messaggio l'Inps spiega, dopo le tante richieste pervenute, gli adempimenti da porre in essere con particolare riguardo al censimento dei predetti professionisti.

Pin Inps, per avvocati la richiesta con la pec

Cosa dovranno fare gli avvocati che intendono operare come intermediari per la procedura per il rilascio del pin?

Nel caso in cui non si sia censiti dall'Inps occorre inviare domanda a mezzo pec. La richiesta, da trasmettere all'indirizzo PEC dc.entraterecuperocrediti@postacert.inps.gov.it, dovrà avere come oggetto "Richiesta di autorizzazione a svolgere attività in materia di lavoro previdenza ed assistenza sociale - Avvocato" e bisognerà allegare:

- copia del tesserino di riconoscimento rilasciato dall'Ordine professionale;

- copia del modulo SC64 compilato in ogni sua parte (Richiesta assegnazione "PIN" intermediario abilitato);

- copia del documento di identità riportato sul modulo SC64.

Avvocati e comunicazione all'Inl

Come per i commercialisti, anche per gli avvocati la comunicazione all'Ispettorato nazionale lavoro (secondo quanto indicato nella nota INL 15 febbraio 2018 n. 32) dovrà essere effettuata prima dell'inoltro della richiesta all'Inps.

Una volta censito, l'avvocato potrà recarsi presso gli uffici dell'Istituto, esibire il modulo SC64, e richiedere il rilascio del pin Inps per i servizi aziendali.

Laddove, invece, il professionista voglia operare non in qualità di intermediario ma in qualità di avvocato (per esempio per gli adempimenti relativi alla presentazione delle istanze per l'accesso alle prestazioni del Fondo di Garanzia o per la presentazione di ricorsi amministrativi avverso provvedimenti dell'Istituto), per la richiesta di autorizzazione, spiega l'Inps, si dovrà usare il modulo allegato alla circolare n. 151/2013 e presentarlo, insieme alla copia del documento di riconoscimento e del certificato di iscrizione all'ordine.

Pin Inps, per commercialisti ed esperti contabili

Relativamente ai commercialisti ed esperti contabili, precisa, infine, l'istituto, il canale di comunicazione attraverso la casella PEC dc.OrganizzazioneeSistemiInformativi@postacert.inps.gov.it della Direzione centrale Organizzazione e sistemi informativi con oggetto "Censimento iscritti Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili" è destinato esclusivamente agli Ordini provinciali e non ai singoli Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.

E' solo attraverso tali strutture che l'INPS, in attesa dello sviluppo di un canale diretto con il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, "riceve le comunicazioni di iscrizione, cessazione e sospensione dei professionisti iscritti all'Ordine".

Il professionista che intende svolgere attività in qualità di intermediario abilitato potrà recarsi presso una qualsiasi Struttura territoriale dell'Istituto, esibendo il modulo "SC64", compilato in ogni sua parte, e richiedendo il rilascio del PIN con l'estensione per operare per i servizi aziendali. Come per gli avvocati, infine, anche per commercialisti ed esperti contabili, precisa l'Inps, la comunicazione all'INL, effettuata secondo le modalità di cui alla nota INL n. 32/2018, deve essere precedente alla presentazione del modulo "SC64", in quanto l'assolvimento è condizione necessaria per il rilascio al professionista istante dell'autorizzazione ad operare in qualità di intermediario.


Leggi Anche gli avvocati abilitati alle consulenze di lavoro

Scarica pdf messaggio Inps n. 4440/2019
(02/12/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Riforma del processo civile: ok del Governo
» UE: alle banche un nuovo meccanismo per pignorare senza Tribunale

Newsletter f t in Rss