Tassa della fortuna per le vincite superiori a 200 euro

Condividi
Seguici

E' quanto prevede un correttivo al decreto fiscale che potrebbe cambiare il prelievo previsto dallo Stato in caso di vincite al gioco
slot machine azzardo giochi
di Gabriella Lax - Il decreto fiscale potrebbe cambiare il prelievo previsto dallo Stato in caso di vincite al gioco. La cosiddetta tassa sulla fortuna potrebbe essere applicata alle vincite superiori a 200 euro. Tocca al governo stabilire se ratificarlo nell'ambito del decreto legge fiscale attualmente in discussione alla Camera.

  1. Prelievo del 15%
  2. Una flax tax sulla fortuna
  3. Vincite superiori ai 500 euro

Prelievo del 15%

Il prelievo del 15%, secondo il correttivo, stavolta scatterà direttamente su tutte le vincite di importo superiore ai 200 euro e non sui 500 euro. Scordiamoci la tassa dell'1,9% sulle microvincite. A questo si aggiunga una ulteriore previsione dell'emendamento che stabilisce una rimoludazione del Preu (Prelievo erariale unico) su videolottery e slot e di un taglio maggiore della quota percentuale che viene restituita a chi vince (pay out). Il risultato? Sempre meno vincite nette e prelievi fiscali su quelle di minore entità.

Una flax tax sulla fortuna

In un primo momento il focus era sulle microvincite, su cui il prelievo sarebbe stato dell'1,9% a partire dal 1° maggio 2020, per poi passare all'1,3% dal 1° gennaio 2021. Ad essere coinvolte le vincite fino a 500 euro. Questo il quadro disegnato dal Ddl di bilancio in discussione al Senato. Invece, dal primo maggio 2020, se passa il correttivo, le vincite superiori a 200 euro verranno sottoposte ad un prelievo del 15%. Una sorta di flat tax, dunque, ad aliquota unica per le vincite.

Vincite superiori ai 500 euro

L'aliquota del 15% verrà applicata nel caso di vincite sopra i 500 euro e legate a giochi quali "Vinci per la vita -Win for life", "Vinci per la vita - Win for life gold", "SiVince tutto", Gratta & Vinci, Lotterie Nazionali, Enalotto e Superstar. Con una singola aliquota applicata, i gestori, sempre secondo il correttivo al decreto fiscale, potranno applicare la nuova tassa sulla fortuna per gli importi superiori ai 200 euro dal prossimo 15 gennaio.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Seguici anche su Facebook e iscriviti alla newsletter


(02/12/2019 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Bollo auto 2020: le novità in arrivo
» Riforma del processo civile: ok del Governo

Newsletter f t in Rss