Il Governo pensa a ridurre le esenzioni per i buoni pasto cartacei e ad aumentare invece quelle sui ticket elettronici proprio per incentivarne l'uso
pagare alla cassa del supermercato

di Gabriella Lax - Esenzioni ridotte per i buoni cartacei ed esenzioni più alte nel caso dei ticket elettronici proprio per incentivarne l'uso.

Buoni pasto e misure "tax expeditures"

[Torna su]

Il governo inserisce nella Manovra 2020 anche i buoni pasto in previsione di un riordino delle esenzioni per i ticket restaurant, favorendo quelli elettronici. La modifica del trattamento fiscale dei buoni pasto è prevista nel grande pacchetto di riforme "tax expenditures" che abbraccia detrazioni e deduzioni di vario genere.

Buoni pasto, si cambia rotta

[Torna su]

Cosa comporta il cambiamento? Il documento programmatico di bilancio prevede per i buoni cartacei l'esenzione solo fino a 4 euro, dall'attuale soglia di 5,29. Invece per i ticket elettronici lo sgravio salirebbe, dagli attuali 7, ad 8 euro Si tratta di interventi inseriti in Manovra 2020, in base a quanto si legge nel .

Buoni pasto aumentano le esenzioni per i ticket elettronici

[Torna su]

L'idea del governo è quella di vuole introdurre una «riduzione delle esenzioni vigenti per i buoni pasto cartacei a 4 euro e contestuale aumento dell'esenzione a 8 euro per i buoni pasto elettronici. La sistemazione dei ticket per il pasto potrebbe però non essere gradita ai lavoratori che ad oggi contano sui ticket restaurant da 5,29 euro. Si tratta di una sistemazione che rientra in un più ampio progetto che prevede l'azzeramento delle detrazioni al 19% per gli oneri sostenuti da contribuenti oltre una soglia di reddito da determinare. A questi azzeramento si arriverebbe con "gradualità", sempre salvo però le detrazioni per spese per interessi passivi sui mutui.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: