Sei in: Home » Articoli

Giustizia: al via il maxiconcorso, domande entro il 9 settembre

Condividi
Seguici

Al via il programma di assunzioni previsto dal ministro Bonafede: ecco la procedura per partecipare al concorso per 2.329 funzionari Area III - fascia economica F1. In allegato il bando
uomini corrono per arrivare primi concetto lavoro concorrenza

di Gabriella Lax - È online il bando di concorso per l'assunzione di 2329 nuovi funzionari. Il bando, come riferisce il sito del ministero della Giustizia, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4^ serie speciale - concorsi ed esami, n. 59.

  1. Ministero della Giustizia, online il bando per 2329 nuove assunzioni
  2. Concorso giustizia, domande entro il 9 settembre
  3. Ministero della Giustizia, come avverranno le selezioni
  4. Come registrarsi per presentare la domanda
  5. Bonafede: «concorso con procedure accelerate»

Ministero della Giustizia, online il bando per 2329 nuove assunzioni

Si tratta di un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione di 2.329 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato nel profilo di Funzionario, da inquadrare nell'area funzionale terza, fascia economica F1, nei ruoli del personale del ministero della Giustizia.

Il concorso del ministero della Giustizia è bandito dal Dipartimento della Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri per il tramite della Commissione per l'attuazione del progetto di riqualificazione delle pubbliche amministrazioni (RIPAM).

Concorso giustizia, domande entro il 9 settembre

Il bando prevede il reclutamento di 2.329 unità, nello specifico:

- 2242 funzionari giudiziari per l'Amministrazione giudiziaria, destinati agli uffici giudiziari;

- -67 Funzionari per l'Amministrazione minorile; -

- 20 Funzionari dell'organizzazione e delle relazioni per l'Amministrazione penitenziaria.

La scadenza è il 9 settembre 2019. Questo primo reclutamento di personale costituisce l'avvio del programma di assunzioni fortemente voluto dal Ministro Alfonso Bonafede, che nel triennio in totale prevede l'inserimento di:

  • 8747 unità totali per l'Amministrazione giudiziaria
  • 503 unità totali per l'Amministrazione penitenziaria
  • 326 unità totali per l'Amministrazione minorile

Numeri che potranno ulteriormente crescere grazie al decreto concretezza appena licenziato dal Ministro della Funzione pubblica.

Ministero della Giustizia, come avverranno le selezioni

Anche per questa selezione verranno utilizzate le procedure tecnico-informatiche della Direzione generale dei sistemi informativi e automatizzati, sperimentate col concorso per 800 posti da assistente giudiziario e 250 posti di funzionari assistenti sociali, che accelereranno le procedure e miglioreranno l'organizzazione. Una task force dell'Amministrazione penitenziaria, da tempo specializzata nella gestione delle operazioni concorsuali, curerà la logistica e l'operatività durante le fasi delle prove.

Il bando si può consultare sul sito del ministero della Giustizia ed è sotto allegato.

Il bando è disponibile anche all'indirizzo http://riqualificazione.formez.it. All'interno saranno consultabili anche le specifiche relative alle modalità di presentazione online della domanda di partecipazione. L'assunzione è indispensabile per rimpolpare di personale le strutture minorili e penitenziarie e, soprattutto, agli uffici giudiziari dove la figura del Funzionario, attualmente molto al di sotto del necessario, è estremamente importante.

Per la presentazione della domanda di partecipazione ai concorsi RIPAM è necessario essere in possesso di un account accreditato per accedere al sistema della domanda del Ministero della Giustizia.

Come registrarsi per presentare la domanda

Per registrare l'account al sistema della domanda occorre:

• Utilizzare il collegamento: https://concorsipersonale.giustizia.it/registrazione-ripam/

• Inserire il proprio codice fiscale e l'indirizzo di posta elettronica personale

• Dopo alcuni minuti, il sistema invia una email alla casella di posta elettronica indicata

• Utilizzare il collegamento contenuto nell'email ricevuta per completare la registrazione

• Una volta completata la registrazione, il sistema invia una email di riepilogo contenente le informazioni anagrafiche e di contatto inserite in fase di registrazione

Da sapere:

• Nella registrazione è necessario inserire correttamente i propri dati anagrafici in quanto

questi, utilizzati nella domanda di partecipazione, non potranno essere più modificati!

• La registrazione si completa solo dopo aver impostato correttamente la password.

• Il sistema esegue un controllo di congruenza del codice fiscale; l'eventuale avviso "Attenzione, controllare i dati inseriti" rilevato dal sistema non è bloccante ma è di aiuto per verificare la correttezza dei dati inseriti

Per presentare una domanda di partecipazione si deve:

• Utilizzare il collegamento https://concorsipersonale.giustizia.it/concorsi-ripam/

• Inserire le credenziali di accesso registrate

• Dal menu "presenta domanda" selezionare il bando di interesse

• Compilare tutte le informazioni obbligatorie e inviare la domanda

Bonafede: «concorso con procedure accelerate»

«È il primo dei concorsi per uno dei profili più importanti della giustizia italiana» ha commentato il ministro Bonafede dal sito del ministero, per poi puntualizzare «Avevo promesso già dai primi giorni del mio mandato forti investimenti in risorse umane per gli uffici giudiziari, per le strutture minorili e per l'amministrazione penitenziaria. Dopo appena sei mesi dagli importanti stanziamenti in legge di stabilità per un piano di assunzioni senza precedenti. Sarà un concorso che si avvarrà di procedure accelerate e delle tecnologie informatiche su cui il Ministero ha già dimostrato di essere all'avanguardia. Ringrazio di cuore le donne e gli uomini del Ministero che si sono impegnati senza lesinare sforzi per raggiungere il risultato».

Scarica pdf bando concorso 2.329 funzionari giustizia
(28/07/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Legittima difesa: va valutato il "turbamento" di chi spara al ladro
» Arriva il bonus latte artificiale, fino a 400 euro

Newsletter f t in Rss