Sei in: Home » Articoli

Nuova Sabatini: modello aggiornato

Condividi
Seguici

Cambia il modello per l'agevolazione messa a disposizione dal Mise per facilitare l'accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese, la nuova Sabatini
mano che mostra risultati green economy

di Gabriella Lax - Il Mise ha pubblicato il modello aggiornato per la Nuova Sabatini (disponibile sul sito del ministero). L'aggiornamento è stato necessario per la norma di cui all'articolo 20 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34 (decreto Crescita) che ha innalzato da 2 a 4 milioni di euro l'importo dei finanziamenti concedibili a ciascun impresa.

Ricordiamo che la misura Beni strumentali ("Nuova Sabatini") è l'agevolazione messa a disposizione dal ministero per facilitare l'accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. Inoltre, la misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Nuova Sabatini, come presentare la domanda

L'impresa che voglia presentare domanda dovrà scaricare e compilare in formato elettronico il modulo (aggiornato) di domanda, messo a disposizione dal Ministero nella pagina apposita della misura agevolativa, e sottoscriverlo con firma digitale, secondo le modalità riportate nella "Guida alla compilazione del modulo di domanda". Dopo la firma digitale, il documento dovrà essere inviato, esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificata (pec), all'indirizzo pec della banca/intermediario finanziario a cui si chiede il finanziamento, scelta tra quelle aderenti all'iniziativa. Di seguito, nella sezione Documenti utili della homepage c'è l'elenco delle banche e degli intermediari finanziari che hanno aderito all'Addendum alla convenzione tra il Mise, l'Associazione Bancaria Italiana e Cassa depositi e prestiti S.p.A. Si ricordi che le domande di agevolazione presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° maggio 2019 (data di entrata in vigore del citato decreto-legge n. 34 del 30 aprile 2019), qualora comportino, in via cumulata, il superamento del precedente limite di finanziamento di 2 milioni di euro, saranno comunque accettate dal Ministero dello sviluppo economico, anche se presentate utilizzando il precedente modulo di domanda.

Nuova Sabatini, cambia l'indirizzo

Sul sito del Mise viene chiarito che, per accedere alla piattaforma Nuova Sabatini, occorre collegarsi esclusivamente al seguente indirizzo: https://benistrumentali.dgiai.gov.it in sostituzione dell'indirizzo (https://benistrumentali.incentivialleimprese.gov.it), non più in uso.

(28/05/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Cassazione: anche un solo schiaffo è reato
» Donne avvocato, brave e preparate ma guadagnano la metà
» L'omicidio colposo. Guida legale aggiornata
» La denuncia anonima
» Chi mantiene da solo il figlio ha diritto di regresso verso l'altro genitore

Newsletter f t in Rss