Sei in: Home » Articoli

Reddito di cittadinanza a chi ha perso il lavoro

Condividi
Seguici

Inps, l'annuncio del presidente Tridico, secondo il quale sarebbe già pronta la bozza di provvedimento che "allarga" il reddito di cittadinanza affinché possa essere discussa in Parlamento al più presto
parola disoccupazione su carta colorata

di Gabriella Lax - Allargamento del reddito di cittadinanza anche a chi ha perso il lavoro da poco. Questa è la proposta del presidente dell'Inps Pasquale Tridico riguardo alla misura di sostegno al reddito.

Reddito di cittadinanza buone nuove

Non si tratta soltanto di indiscrezioni che circolano in queste ore. Secondo il numero uno dell'Istituto, la bozza di provvedimento è già preparata, affinché possa essere discussa in Parlamento al più presto.

«Si potrà fotografare il reddito concorrente - chiarisce il presidente al quotidiano La Stampa - ciò permetterà ai disoccupati in particolari situazioni, percettori di sussidio di disoccupazione o disoccupati da oltre 18 mesi, di accedere al reddito». Qualche battuta il presidente Inps la dedica anche alle domande per Quota 100, i cui numeri attuali, circa 130mila domande, non sono molto meno rispetto alla previsione di 290mila in un anni: «Siamo assolutamente in linea con le previsioni. Non mi aspetto risparmi significativi da quota 100. Potrebbe esserci invece una minore spesa per il reddito pari a circa un miliardo». Riguardo infine alle le risorse che derivano dal "risparmio" ottenuto da quota 100 e reddito: «Il ministro del Lavoro - chiosa Tridico - ha già annunciato che eventuali risparmi saranno destinati alle famiglie, al sostegno alle iscrizioni dei bambini agli asili nido e dell'occupazione femminile. Sono d'accordo con lui».

(14/05/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Cellulare alla guida: multe fino a 2.588 euro
» Alienazione parentale: PAS non ha basi scientifiche e non basta per affidamento esclusivo figlio
» Il reato di maltrattamenti in famiglia
» Fisco: arriva il maxisconto sull'acquisto casa
» Codice della strada: arriva la riforma

Newsletter f t in Rss