Sei in: Home » Articoli

Reddito cittadinanza, prime card da 19 aprile

Condividi
Seguici

Per il presidente Tridico: «Il 15 aprile l'Inps sarà in grado di notificare a cittadini se domanda è stata accolta o respinta. Da quel momento, nel giro di 2 o 3 giorni, Poste convocherà il cittadino
reddito di cittadinanza

di Gabriella Lax - Dal 15 aprile l'Inps renderà disponibile i primi esiti istruttori e i flussi dispositivi e, a partire dal 19 aprile inizierà a consegnare la carte del reddito di cittadinanza». A chiarirlo Gabriella Di Michele, direttore generale dell'Inps, nel corso dell'audizione sul decreto legge n. 4/2019 nelle commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera.

Card reddito cittadinanza da aprile

Dopo l'inizio dell'attività di presentazione delle domande per usufruire del reddito di cittadinanza arrivano anche le date delle importanti e successive tappe per il provvedimento di sostegno al reddito. Rispetto al suo predecessore Tito Boeri, ha le idee molto chiare il presidente designato dell'Inps, Pasquale Tridico: «Entro la fine del mese saranno pagate le rate del primo mese utile del Reddito. Il 15 aprile l'Inps sarà in grado di notificare a cittadini se domanda è stata accolta o respinta. Da quel momento, nel giro di 2 o 3 giorni, Poste convocherà il cittadino beneficiario del rdc». Ancora si tratta di un «provvedimento che farà veramente bene all'Italia - commenta in conferenza di presentazione Tridico - Qualche tempo fa venivano alimentate paure per cui solo alcune zone del Paese sarebbero state interessate dal rdc. Non mi sembra che sia questo il caso. Si tratta piuttosto di una «diffusione è omogenea sul territorio». Per l'Inps, secondo gli ultimi dati raccolti, è confermata una platea di 1,3 milioni di famiglie interessate al Reddito, il 52,5% dei beneficiari è al Sud e nelle Isole; mentre il 46,5 è nel Centro e al Nord.

(10/03/2019 - Gabriella Lax) Foto: blog delle stelle
In evidenza oggi:
» Cosa rischia l'avvocato che non fattura subito i compensi?
» Cognome materno ai figli: oltre 54mila firme per la petizione

Newsletter f t in Rss