Sei in: Home » Articoli

ISA: arrivano i voti, ci vuole almeno 8 in pagella

Condividi
Seguici

Con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate definiti i punteggi Isa per le agevolazioni ai contribuenti che ne sono soggetti
mano che attribuisce rating cinque stelle

di Annamaria Villafrate - Come annunciato dal comunicato stampa del 10 maggio (sotto allegato), il Direttore dell'Agenzia delle Entrate ha emesso un provvedimento con cui sono stati definiti i punteggi Isa necessari per dare la possibilità ai contribuenti di ottenere alcuni benefici previsti dalla legge. Almeno 8 i punti necessari per ottenere per così dire, le agevolazioni base, ma più il punteggio sale più i benefici aumentano. Come fare per farli crescere? Integrare le dichiarazioni fiscali attraverso l'indicazione di ulteriori componenti positivi di reddito.

Ricordiamo prima cosa sono gli Isa e vediamo poi cosa ha stabilito il provvedimento del Direttore dell'Agenzia:

  1. Cosa sono gli Isa
  2. Possibilità di aumentare il punteggio
  3. Almeno 8 punti per i benefici
  4. Le agevolazioni da 8,5 in su
  5. Le agevolazioni per chi ottiene più di 9
  6. 30 giorni per avere chiarimenti sugli Isa

Cosa sono gli Isa

Gli Isa sono degli indici sintetici introdotti per misurare l'affidabilità fiscale dei contribuenti attraverso l'attribuzione di un punteggio che varia da 1 a 10. Più il punteggio è alto, maggiori saranno i benefici premiali previsti dalla legge concessi.

Possibilità di aumentare il punteggio

I contribuenti hanno la possibilità di migliorare il proprio punteggio attraverso l'indicazione di componenti positivi ulteriori in grado di aumentare il volume di affari ai fini Iva. Integrazione che, dal punto di vita pratico è possibile attraverso l'indicazione del codice tributo 6494.

Almeno 8 punti per i benefici

Il provvedimento del 10 maggio del Direttore dell'Agenzia delle Entrate (sotto allegato) precisa che occorre un punteggio Isa almeno pari a 8 se si vogliono i seguenti benefici: esonero dall'apposizione del visto di conformità per la compensazione, tra l'altro, di detti crediti:

  • fino a 50.000 euro all'anno, maturati sulla dichiarazione annuale Iva relativa al periodo d'imposta 2019;
  • Iva infrannuale fino a 50.000 euro all'anno, maturato nei primi tre trimestri del periodo d'imposta 2020;
  • fino a 20.000 euro all'anno, maturati sulle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi e all'Irap per il periodo d'imposta 2018;
  • Iva infrannuale maturato nei primi tre trimestri del periodo d'imposta 2020, per un importo fino a 50.000 euro all'anno.

Le agevolazioni da 8,5 in su

I contribuenti con un punteggio superiore a 8,5 sono esclusi dagli accertamenti fondati sulle presunzioni semplici.

Le agevolazioni per chi ottiene più di 9

I contribuenti con un Isa pari a 9 sono esclusi:

  • dall'applicazione della disciplina delle società non operative;
  • dalla determinazione sintetica del reddito complessivo, se quello accertabile non supera di due terzi quello dichiarato.

30 giorni per avere chiarimenti sugli Isa

Per aiutare i contribuenti sulla corretta applicazione degli Isa, l'Agenzia delle Entrate ha previsto che fino al 30 settembre sarà possibile inviare domande e dubbi all'indirizzo pec agenziaentratepec@pce.agenziaentrate.it per ricevere entro 30 giorni la risposta degli esperti.

Scarica pdf Comunicato stampa Agenzia Entrate - Isa -10 maggio 2019
Scarica pdf Provvedimento Direttore Agenzia Entrate 10 maggio 2019
(13/05/2019 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Mediazione obbligatoria: non basta sedersi, il tentativo deve essere effettivo
» Cassazione: reato non portare il cane malato dal veterinario
» Fisco: cambia il calendario per la dichiarazione dei redditi
» Sanatoria per la tassa rifiuti non pagata
» Cassazione: nulla la notifica dell'atto al familiare non convivente

Newsletter f t in Rss