Sei in: Home » Articoli

Fatture elettroniche: prorogati i termini

Condividi
Seguici

L'Agenzia fa slittare i termini del servizio di consultazione e acquisizione fatture elettroniche al 31 maggio 2019 e al 2 settembre quello per aderire
fatturazione elettronica

di Annamaria Villafrate - Il provvedimento n. 107524/2019 (sotto allegato) del Direttore dell'Agenzia delle Entrate rinvia al 31 maggio il servizio di adesione e consultazione fatture elettroniche e al 2 settembre i termini per poter aderire.

Fattura elettronica: i rinvii

Pubblicato in data 29 aprile 2019 sul sito dell'Agenzia delle Entrate il provvedimento prot. n. 107524, con il quale il Direttore dispone modifiche al provvedimento del 30 aprile 2018 con cui aveva stabilito le regole tecniche per l'emissione, la ricezione, la trasmissione telematica dei dati e l'attuazione delle disposizioni relative alle fatture elettroniche.

Queste le modifiche apportate:

  • rinviata al 31 maggio (invece che al 3 maggio) la disponibilità del servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro dati informatici;
  • conseguente allungamento dei termini di adesione dal 31 maggio al 2 settembre 2019.

Adesione e consultazione rinviate

In questo modo, come spiega il provvedimento "si prevede che la funzionalità di adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici sia resa disponibile a decorrere dal 31 maggio 2019 e che, al fine di consentire ai contribuenti di disporre di un periodo più ampio per aderire al servizio, sia possibile effettuare l'adesione fino al 2 settembre 2019."

Per assicurare ai contribuenti che aderiranno al servizio la facoltà di consultare le fatture emesse e ricevute fino al 31 maggio 2019 e anche durante il periodo previsto per aderire, prolungato al 2 settembre, che tiene conto delle ferie estive, l'Agenzia procederà nel frattempo a memorizzare i file delle fatture elettroniche e a renderli disponibili per la consultazione ai soggetti interessati e ai loro delegati. Il consumatore finale concluso il periodo transitorio, ovvero dopo il 2 settembre, potrà invece consultare le fatture elettroniche ricevute.

Leggi anche:

- Fattura elettronica: come funziona

- Fatturazione elettronica: alcuni punti critici

Scarica pdf Provvedimento Prot. n. 107524 del 29 aprile 2019
(04/05/2019 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: l'equo compenso non funziona
» Intralciare l'ambulanza? Si rischia una multa fino a 173 euro

Newsletter f t in Rss