Sei in: Home » Articoli

Whistleblower tutelati in tutta l'Ue

Passa alla commissione affari legali europea una proposta di direttiva per garantire un'equa protezione in Europa per chi segnali le violazioni del diritto Ue in materia di evasione fiscale, corruzione, ambiente, salute e sicurezza pubblica
occhio metafora di spia digitale intercettazioni

di Gabriella Lax - Riservatezza, obblighi di feedback e misure per evitare ritorsioni. Passa alla commissione affari legali Ue una proposta di direttiva per garantire un'equa protezione in Europa per chi segnali le violazioni del diritto Ue in materia di evasione fiscale, corruzione, protezione dell'ambiente e della salute e sicurezza pubblica.

Ue: whistleblower tutelati

Ricordiamo che la parola whistleblower è riferita al dipendente pubblico che segnala illeciti di interesse generale, di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro. Nel caso dell'Unione si tratta di un traguardo importante dopo le tante critiche a causa della scarsa protezione che la legislazione europea accorda agli individui che riportino irregolarità o illeciti. Una protezione, come riferisce ItaliaOggi, piuttosto frammentata nell'attuale legislazione. Garanzie quasi inesistenti che, secondo uno studio della commissione europea, hanno condizionato la perdita di potenziali benefici negli appalti pubblici tra i 5,8 e 9,6 miliardi di euro ogni anno all'interno dell'Ue. La normativa approdata dagli eurodeputati consente l'estensione delle stesse misure di protezione anche per chi assiste il soggetto segnalante, come nel caso dei giornalisti.

I sistemi di segnalazione per avere una protezione efficace dovranno essere sia interni che esterni, sia all'interno del settore pubblico che in quello privato.

Particolare rilevante: i tempi di risposta certi ovvero entro una settimana dovrà arrivare la notifica di pervenuta segnalazione, mentre il risultato di accertamento dell'irregolarità dovrà avvenire entro due mesi.

La normativa approvata prevede anche la creazione di un'autorità in ciascuno Stato membro in grado di dare informazioni, consulenza, assistenza legale, finanziaria e psicologica, tutto in modo assolutamente gratuito. Il passo successivo quando la plenaria del Parlamento europeo avrà approvato il mandato negoziale, sarà rendere il testo oggetto di negoziazione con i ministri dell'Ue all'interno del Consiglio, dove verrà approvato il testo definitivo della direttiva.

Leggi anche:

- Whistleblowing: tutelato il lavoratore che denuncia reati

- Whistleblowing: in vigore la riforma

(21/11/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Cassazione: bigenitorialità non vuol dire tempi uguali coi figli
» L'avvocato diventa sempre più "fashion"
» Addio a WhatsApp e Telegram, arriva Dostupno
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» L'avvocato diventa sempre pił "fashion"
Newsletter f g+ t in Rss