Sei in: Home » Articoli

Ora solare per l'ultima volta?

La Commissione europea sta valutando di abolire per sempre l'alternanza ora solare - legale, rimettendo agli Stati la decisione su quale delle due scegliere. Sabato 27 dunque potrebbe essere l'ultimo spostamento dell'ora solare

di Annamaria Villafrate - L'ultimo fine settimana di ottobre, esattamente verso le tre della notte compresa tra sabato 27 e domenica 28 la lancetta potrebbe tornare indietro di un'ora per l'ultima volta. Ad annunciarlo è la Commissione europea, che vorrebbe fissare un orario unico per tutto l'anno. I motivi? Secondo quanto indicato nella proposta di direttiva, che vuole abolire la 2000/84/CE, alcuni studi rivelano che il cambio dell'ora avrebbe effetti negativi sulla salute dell'uomo, ma anche degli animali, per non parlare dei benefici, del tutto trascurabili, sul risparmio energetico.

In attesa della decisione finale, tutti pronti a mettere indietro le lancette dell'orologio.

  1. Ora legale: la disciplina europea
  2. La proposta di modifica della Commissione
  3. Ora legale - ora solare: le ragioni dello stop

Ora legale: la disciplina europea

L'ora legale è disciplinata dalla Direttiva europea 2000/84/CE, recepita dall'art 22 della legge n. 96/2010. L'art. 1 della norma europea dispone che "ai fini della presente direttiva, si intende per "periodo dell'ora legale" il periodo dell'anno durante il quale l'ora è anticipata di 60 minuti rispetto all'ora del resto dell'anno". La Direttiva sancisce inoltre che, a partire dal 2002, in ogni Stato membro il periodo dell'ora legale inizia alle ore 1.00 del mattino dell'ultima domenica di marzo e termina alle ore 1.00 del mattino dell'ultima domenica di ottobre.

La proposta di modifica della Commissione

In sostanza sono 18 anni che i Paesi membri della Comunità Europea a ottobre e marzo devono spostare le lancette di tutti gli orologi per adeguarsi alla Direttiva 2000/84/CE. Come anticipato però, tutto questo potrebbe finire molto presto. Il Parlamento Europeo e il Consiglio infatti, il 12 settembre 2018, hanno presentato in Commissione una proposta "relativa alla soppressione dei cambi stagionali dell'ora e che abroga la direttiva 2000/84/CE."

Come descritto nella proposta (sotto allegata), durante la prima Guerra Mondiale Francia e Germania hanno introdotto l'ora legale per ridurre il consumo del carbone destinato all'illuminazione. E' stata poi la volta della Gran Bretagna e a seguire dell'Italia, della Grecia e così via. Non tutti gli Stati però, a oggi, hanno mantenuto questo regime. Anzi, proprio molti degli Stati vicini o che commerciano con l'Europa, da qualche tempo, stanno abolendo le disposizioni sull'ora legale. Insomma sono molti i cittadini che stanno mettendo in discussione questo sistema. Per queste ragioni la Commissione, al fine di salvaguardare il corretto funzionamento del mercato interno propone di porre fine "ai cambi stagionali dell'ora nell'Unione, garantendo nel contempo che gli Stati membri mantengano la competenza per decidere in merito alla loro ora normale, e in particolare se passare su base permanente all'ora normale corrispondente alla loro ora legale oppure applicare su base permanente la loro attuale ora normale."

Ora legale - ora solare: le ragioni dello stop

Nella proposta di Direttiva, si evidenzia inoltre che gli studi che si sono succeduti nel tempo sull'impatto dell'ora legale hanno rivelato che:

  • il risparmio energetico complessivo è marginale, visto che le nuove tecnologie d'illuminazione, da sole, sono sufficienti a garantire un consumo decisamente ridotto di energia rispetto al passato;
  • l'organismo umano ha notevoli difficoltà di adattamento, soprattutto al cambio dell'ora primaverile;
  • perfino gli animali subiscono, a causa del cambio di orario, squilibri nel bioritmo con effetti negativi sull'alimentazione e la mungitura.

Secondo la Commissione l'abolizione del cambio ora legale - solare porterà dei benefici al mercato interno. Spetterà però agli Stati, visto che gli effetti possono dipendere dalla collocazione geografica degli stessi, la decisione finale a favore dell'ora legale permanente o dell'ora solare permanente.

Leggi anche:

- Ora legale: cos'è e a cosa serve

- Ue: abolire il passaggio tra ora legale e ora solare

- Addio all'ora legale dal 2019


Proposta abrogazione Direttiva 2000-84-CE
(25/10/2018 - Annamaria Villafrate)
In evidenza oggi:
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Quota 100: in pensione prima ma con assegno pi leggero

Newsletter f g+ t in Rss