Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Linate: la polizia di Milano può multare gli automobilisti?

Per il GdP di Milano la possibilità della polizia locale del capoluogo lombardo di sanzionare gli automobilisti è limitata al tratto di Viale Forlanini
cartello aeroporto di Linate

di Valeria Zeppilli – L'aeroporto di Milano Linate si trova solo in piccola parte nel Comune di Milano; per altra parte si trova sul Comune di Peschiera Borromeo e per la maggior parte nel Comune di Segrate. Tale circostanza può rendere illegittimo il verbale notificato a un automobilista per aver circolato in una corsia riservata nell'area aeroportuale se l'infrazione è rilevata dalla polizia locale di Milano.

La questione, di certo peculiare, può tuttavia interessare molti cittadini che frequentano di sovente il predetto aeroporto e, quindi, sul punto merita di essere segnalata la sentenza numero 5804/2018 del Giudice di pace di Milano (qui sotto allegata).

La vicenda

La vicenda è stata portata all'attenzione del giudice milanese da una donna, sostenuta dalla Globoconsumatori Onlus, che era stata sanzionata per aver circolato nell'aeroporto di Linate con la sua auto, benché agli accessi fossero esposti dei segnali che indicavano che la corsia percorsa era riservata.

In particolare, la ricorrente lamentava che la località in cui si era verificata l'infrazione era indicata erroneamente nel verbale notificatole, non trovandosi nel Comune di Milano ma in altro Comune, e, di conseguenza, che la polizia locale di Milano, che aveva rilevato l'infrazione stessa, non era competente a farlo.

Incompetenza della polizia locale

Il Giudice di Pace di Milano si è quindi trovato a dover verificare la possibilità per il Comune di Milano di agire in deroga al disposto dell'articolo 12 del codice della strada e, pertanto, di operare l'accertamento, la contestazione e la notifica di verbali relativi a infrazioni verificatesi presso l'aeroporto di Linate, che si trova in prevalenza nei Comuni di Segrate e di Peschiera Borromeo.

Dopo aver ripercorso tutte le norme che possono venire in rilievo per risolvere una simile questione, il giudice ha concluso per l'incompetenza della polizia locale del capoluogo lombardo sancendo che il principio di territorialità nel caso di specie deve essere imprescindibilmente rispettato.

Derogabilità del principio di territorialità

Tale principio, infatti, non è di per sé inderogabile, ma la possibilità di disattenderlo resta limitata alle ipotesi previste dalla legge, come ad esempio se vi è una convenzione per la gestione degli Uffici di polizia locale di vari Enti o nel caso del "comando" di singoli Agenti di Polizia Locale.

Non essendosi verificate tali circostanze nel caso di specie, pertanto, per i giudici deve concludersi per l'assenza di poteri di rilevazione delle infrazioni da parte della polizia locale del Comune di Milano nell'aeroporto di Linate, "se non per il tratto di Viale Forlanini ricadente nel territorio del suddetto Comune".

GdP Milano testo sentenza numero 5804/2018
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(24/09/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole
» Manovra e decreto fiscale: le novità punto per punto
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019
» Gestione Separata INPS: stop iscrizioni d'ufficio?
» Buche sul manto stradale: la responsabilità del Comune e dei conducenti

Newsletter f g+ t in Rss