Sei in: Home » Articoli

Ue, dazi di ritorsione contro gli aumenti Usa

L'Unione europea è pronta ad imporre, a partire da luglio, dazi di ritorsione su un elenco ristretto di merci provenienti dagli Stati Uniti dopo l'aumento delle tariffe deciso oltre Oceano
usura euro europa fallimento crisi

di Gabriella Lax – Dalle moto, ai jeans, passando persino dalle noccioline. L'Unione europea è pronta ad imporre, a partire da luglio, dazi di ritorsione su un elenco ristretto di merci provenienti dagli Stati Uniti. Questa la risposta dell'Europa dopo l'aumento delle tariffe sull'importazione di acciaio e alluminio stabilite dagli Usa.

Ue, da luglio dazi di ritorsione contro gli aumenti Usa

L'annuncio dei dazi è arrivato dalla Commissione europea che prevede dazi per un valore di 2,8 miliardi di euro rispetto ad un ristretto elenco di merci che arrivano dagli Stati Uniti. La stessa Unione avrebbe sottoposto all'Organizzazione mondiale del commercio una lista di prodotti che potrebbero essere colpiti dai dazi decisi dall'Amministrazione Trump. Aumenti che dovrebbero costare ai Paesi 6,4 miliardi, ma le misure europee dovrebbero per il momento valere solo la metà. Per giungere ad un riequilibrio della parte restante (circa 3,6 miliardi) serviranno altri 3 anni e dopo una valutazione positiva nel quadro della regolazione della disputa all'Omc.

L'annuncio della presa di posizione e delle contromisure agli aumenti arriva dal vicepresidente della Commissione Ue, Maros Sefcovic, dopo la riunione del Collegio. Saranno gli Stati membri a dover decidere sul via libera ai dazi contro gli Usa.

(09/06/2018 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Terremoto: ecco cosa blocca la ricostruzione
» Reato per la madre che non fa vedere il figlio al padre
» La pensione di reversibilità
» Decreto dignità: tutte le novità sul lavoro
» Locazioni: cedolare secca anche quando si affitta a una società

Newsletter f g+ t in Rss