Sei in: Home » Articoli

Rottamazione cartelle, ultima chiamata

L'Agenzia delle Entrate ricorda che il termine per aderire alla definizione agevolata dei debiti con il fisco, la c.d. rottamazione delle cartelle scade domani 15 maggio
mongolfiera salva uomini tra montagne concetto salvezza debiti

di Redazione - Ultima chiamata per aderire alla rottamazione delle cartelle. Scade domani 15 maggio infatti il termine fissato dalla legge presentare la domanda di adesione alla definizione agevolata delle somme dovute al fisco, senza corrispondere interessi e sanzioni di mora, ovvero, per le multe stradali, senza interessi di mora e maggiorazioni previste dalla legge. A ricordare la scadenza è l'Agenzia delle Entrate in una nota, annunciando che grazie ai servizi online dell'AeR, da cui è arrivato oltre il 50% delle richieste, è possibile presentare domanda anche fino a tarda sera di domani, ossia anche successivamente agli orari di chiusura degli sportelli, facendo comunque attenzione ai limiti indicati sul portale agenziaentrateriscossione.gov.it.

Rottamazione cartelle, come aderire

Per aderire alla rottamazione, ricordano le Entrate, bisogna presentare, entro domani, l'apposito modulo DA 2000/17 attraverso uno dei seguenti canali:

- posta elettronica certificata (pec), inviando il modulo all'indirizzo di riferimento riportato sul modulo stesso e anche sul portale agenziaentrateriscossione.gov.it;

- servizio online 'Fai D.A. te', presente in area pubblica sul portale dell'Agenzia, entro le ore 23 del 15 maggio (una volta ricevuta l'email dall'ente di riscossione, il contribuente dovrà validare la richiesta al link ricevuto nella posta elettronica entro le ore 23.50 dello stesso giorno);

- servizio online 'Fai D.A. te' presente in area riservata del portale: in questo caso si ha tempo fino alle ore 23.59 del 15 maggio per compilare e inviare telematicamente il modulo;

- tramite un professionista di fiducia delegato a trasmettere la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata, entro le ore 23.59 di domani, a mezzo del servizio EquiPro presente sul portale;

- consegnare il modulo compilato e firmato presso gli sportelli territoriali dell'Agenzia.

Inoltre, per quanto concerne la possibilità di consultare online il prospetto informativo con i carichi definibili in via agevolata, ricordano ancora dalle Entrate, il contribuente potrà accedere al modulo di richiesta in area riservata del portale entro le ore 23.59 del 15 maggio. Il prospetto si potrà richiedere anche agli sportelli fino all'orario di chiusura del 15 maggio.

Rottamazione cartelle: chi può aderire

In base a quanto previsto dal decreto legge n. 148/2017 (convertito con modificazioni dalla Legge n. 172/2017), possono presentare richiesta di 'rottamazione' i contribuenti con debiti affidati alla riscossione dal 1 gennaio 2000 al 30 settembre 2017.

La domanda di adesione non può essere nuovamente presentata per quei debiti interessati dalla precedente richiesta di definizione agevolata delle cartelle ex d.l. n.193/2016, per i quali non si sia poi provveduto al pagamento delle somme dovute entro le previste scadenze.

Possono fare richiesta altresì i contribuenti che non sono stati ammessi alla precedente definizione agevolata se al 24 ottobre 2016 avevano un piano di rateizzazione in essere con l'agente della riscossione e non erano in regola con i pagamenti delle rate in scadenza entro il 31 dicembre 2016.

Per maggiori info, precisano infine dall'Agenzia, è possibile consultare la pagina dedicata alla definizione agevolata sul portale agenziaentrateriscossione.gov.it, dove sono presenti anche le risposte alle domande più frequenti (faq) e la guida alla compilazione del modulo di domanda di adesione. Inoltre il numero unico 06.0101 di Agenzia delle entrate-Riscossione, raggiungibile sia da fisso che da mobile, offre assistenza tutti i giorni con operatore dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 18. Sul canale YouTube dell'Agenzia, inoltre, è presente il video-tutorial dedicato alla definizione agevolata.

(14/05/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Rottamazione-ter: come funziona?
» Riforma pensioni 2019
» Alimenti ritirati dal ministero della Salute: la lista aggiornata
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss