Sei in: Home » Articoli

Al via il Telepass europeo

Telepass unico per Francia Spagna Portogallo e Italia, ridotte le barriere
casello telepass in autostrada

di Gabriella Lax - Automobilisti in viaggio con minori barriere grazie al Telepass europeo. A questo si aggiunga poi un miglioramento dei servizi ai consumatori per ciò che riguarda la mobilità di persone e merci.

Telapass auto europeo per Francia, Spagna, Portogallo e Italia

Per viaggiare sulle autostrade di Francia, Italia, Spagna e Portogallo servirà un unico telepass. L'omonima società del gruppo Atlantia e attiva nei sistemi di pagamento del pedaggio autostradale, con oltre 6,2 milioni di clienti in Italia e in Europa, ha messo in campo il telepass auto europeo, complice l'accordo col gruppo francese Aprr/Area e la spagnola Pagatelia. Un servizio in più che si aggiunge a quello che riguarda i mezzi pesanti (Telepass Eu) già in vigore da oltre un anno in Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Belgio, Polonia e Austria.

Telepass europeo, oltre ai pedaggi si pagano i parcheggi

Non solo sarà possibile pagare i pedaggi europei, ma col nuovo Telepass si potranno pagare i parcheggi in molte città: ai grandi centri urbani come Milano, Roma, Torino, Firenze e Napoli ad altri 400 parcheggi in altre città europee tra cui Parigi, Madrid e Barcellona.

Telepass europeo, condizioni e costi

Cosa è necessario per attivare il telepass europeo? Per poter usufruire del servizio, i clienti Telepass dovranno richiedere l'attivazione sul proprio contratto Telepass Family nei Punto Blu sulla rete autostradale, così riceveranno il nuovo dispositivo. Per chi non è ancora cliente Telepass serve sottoscrivere il contratto e richiedere il dispositivo con la dicitura "interoperabile". In un secondo momento, sarà possibile attivare il Telepass anche online tramite il sito.

Naturalmente è un servizio pay per use, con un costo di attivazione di 6 euro e un canone aggiuntivo di 2,40 euro, da pagare nei mesi in cui viene varcata la frontiera. L'importo del pedaggio estero sarà addebitato sul conto corrente collegato in sede di attivazione insieme a quello italiano e con le stesse modalità.

(10/04/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: cosa non va detto al collega per non rischiare una sanzione
» Telefonino alla guida: al vaglio il ritiro della patente
» Usura e restituzione degli interessi del mutuo
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss