Sei in: Home » Articoli

In arrivo il permesso di soggiorno su misura

Pronto il pacchetto di norme "acchiappa-talenti" che mira a facilitare ingresso e soggiorno di chi vuole studiare o fare ricerca in Italia. In cantiere anche permessi di soggiorno ad hoc per ricercatori e studenti
timbro su un permesso di soggiorno

di Marina Crisafi - Permessi di soggiorno ad hoc per ricercatori e studenti da ottenere in 30 giorni. ╚ una delle novitÓ di un pacchetto di norme "acchiappa-talenti" che mira a facilitare l'ingresso e il soggiorno di coloro che vogliono studiare o fare ricerca in Italia. Il provvedimento Ŕ contenuto in un decreto che, come riporta Ilsole24ore, Ŕ stato esaminato in questi giorni dal Consiglio dei Ministri, con l'obiettivo di rendere il nostro Paese pi¨ attrattivo per i migliori cervelli nel mondo eliminando gli ostacoli burocratici.

Addio burocrazia e incentivi per i cervelli che vogliono venire in Italia

Il provvedimento esaminato in via preliminare dall'esecutivo l'8 febbraio scorso recepisce la direttiva Ue 2016/801 occupandosi di modificare le condizioni di ingresso e soggiorno (superiori ai 90 giorni) in Europa dei cittadini di Paesi extra comunitari per motivi di ricerca, studio, tirocinio, volontariato, o per partecipare a programmi di scambio e educativi.

Tra le novitÓ previste vi Ŕ anzitutto il dimezzamento dei tempi richiesti per l'ingresso dei talenti che potrebbero ottenere, tramite l'universitÓ o l'istituto di ricerca che li ospita, un nulla osta immediato per l'ingresso e, nel giro di 30 giorni, il permesso di soggiorno.

Permessi di soggiorno su misura per ricercatori e studenti

Si tratterebbe dunque di un permesso di soggiorno su misura, per ricercatori e studenti extraeuropei che scelgono di studiare o fare ricerca nei nostri centri, universitÓ, accademie e Its. Il permesso si potrebbe ottenere in massimo 30 giorni con la possibilitÓ del ricongiungimento dei familiari alle medesime condizioni.

Non solo, il permesso, avente la durata del programma di ricerca o di studi, darebbe anche la possibilitÓ agli studenti o ricercatori stranieri di restare nel nostro Paese, una volta completato il percorso, per cercare un'occupazione o avviare un'impresa in Italia.

(20/02/2018 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Rottamazione-ter: come funziona?
» Riforma pensioni 2019
» Alimenti ritirati dal ministero della Salute: la lista aggiornata
» Sý al pernotto dal papÓ anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss