Sei in: Home » Articoli

Giustizia: arrivano gli sportelli di prossimità

Tre le regioni interessate dalla sperimentazione, Toscana, Liguria e Piemonte, prima dell'avvio nazionale
sentenza colonne

di Redazione – Stanno per prendere il via gli sportelli giudiziari di prossimità per rendere gli adempimenti giudiziari più comodi per i cittadini e l'azione della magistratura più rapida. Sono tre le regioni interessate dalla sperimentazione, Toscana, Liguria e Piemonte, prima della sua estensione a livello nazionale. Se ne è parlato oggi nel corso della illustrazione della firma, presso il ministero della giustizia, del protocollo d'intesa volto ad assegnare per un anno, rinnovabile, presso i Tribunali di Firenze e Massa, fino a 30 dipendenti regionali che volontariamente accetteranno di lavorarvi.

Sportelli giudiziari di prossimità, come funzionano

Gli sportelli giudiziari di prossimità, sono dei punti di accesso che verranno creati presso i comuni che hanno perso i tribunali, in modo che i cittadini abbiano la possibilità di presentare documenti o di svolgere pratiche che riguardano, ad es., istituti di protezione giuridica a tutela delle fasce più deboli della popolazione.

Il progetto, annunciato dal ministro della giustizia nei mesi scorsi, prima della applicazione a livello nazionale, sarà sperimentato in tre regioni, la Toscana, la Liguria e il Piemonte. Gli sportelli saranno aperti nei comuni situati nelle aree più deboli o nelle zone in cui gli uffici giudiziari sono più lontani.

Leggi anche: In arrivo gli sportelli di prossimità dove non ci sono più i tribunali

(25/01/2018 - Redazione)
In evidenza oggi:
» Cassazione: reato per chi rivela la relazione con una donna sposata
» Decreto ingiuntivo: nell'opposizione non si può contestare l'appartenenza al condominio
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Il valore probatorio del Cid
» Bollette più care per colpa di chi non paga: è giusto?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss