Bonus mobili 2018

Confermato anche per il 2018 il bonus mobili. Cos'è e come funziona
giovane coppia che arreda casa

di Gabriella Lax - Il bonus mobili sarà attivo anche per il 2018. Si tratta di una detrazione Irpef del 50% sull'acquisto di nuovi mobili o grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), inclusi trasporto e montaggio.

Come chiarisce l'Agenzia delle Entrate, la detrazione è stata prorogata dalla legge di Bilancio «anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2018 ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2017».

Bonus mobili 2018: come funziona

La detrazione sarà da ripartire in 10 quote annuali di uguale importo, calcolata sull'importo massimo di 10mila euro. Il limite riguarda la singola unità immobiliare comprensiva delle pertinenze, o alla parte comune dell'edificio oggetto di ristrutturazione (in caso di lavori di lavori su più unità immobiliari si avrà diritto a più di un bonus).

Possono beneficiare della detrazione gli stessi soggetti che fruiscono della detrazione con la maggiore aliquota e con il maggior limite di 96.000 euro di spese ammissibili; ossia le ristrutturazioni edilizie con spese sostenute dal 26 giugno 2012.

Beni che rientrano nel bonus mobili

Per la categoria "mobili" rientrano nelle previsioni: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. Esclusi porte, pavimentazioni, tende e tendaggi, e altri complementi di arredo.

Per la categoria "grandi elettrodomestici", la norma limita il beneficio all'acquisto delle tipologie dotate di etichetta energetica di classe A+ o superiore, A o superiore per i forni, se per quelle tipologie è obbligatoria l'etichetta energetica. L'acquisto di grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica è agevolabile solo se per quella tipologia non sia ancora previsto l'obbligo di etichetta energetica. Dunque: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Bonus mobili, requisiti per il pagamento

Per poter ricevere la detrazione bonus mobili è necessario il pagamento con bonifico bancario o postale completo di causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e numero di partita IVA o codice fiscale del destinatario del bonifico. Il pagamento può altresì essere fatto con carta di credito o di debito: in questi casi la data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta da parte del titolare.

Leggi anche Bonus casa 2018: tutte le novità

(19/01/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza: unico reato
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Auto carica di bagagli? Multe fino a 338 euro
» Arriva il decreto dignità


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss