Sei in: Home » Articoli

Voucher lavoro: come ottenere il rimborso

L'Inps ha emanato i chiarimenti sulle modalitÓ di rimborso dei voucher per lavoro accessorio acquistati in seguito all'abrogazione degli stessi in data 17 marzo 2017
uomo rotola pergamena con su scritto voucher

di Gabriella Lax - Sul rimborso dei voucher arrivano i chiarimenti dell'Inps sulle modalitÓ di recupero dei versamenti di eventuali ticket per lavoro accessorio effettuati dopo il 17 marzo 2017, ossia la data di abrogazione di questi strumenti. In riferimento ai voucher telematici (abrogati dal d.l. n. 25/2017) precisa infatti l'istituto nel messaggio n. 4405/2017 (sotto allegato), "è stato precisato che i versamenti effettuati tramite bollettino postale, bonifico, modello F24 e Portale dei pagamenti in data successiva al 17 marzo 2017 non potevano essere utilizzati e sarebbero stati rimborsati a cura delle strutture territoriali dell'Istituto, previa verifica del regolare afflusso dei fondi". Da qui, le istruzioni per i committenti interessati per presentare domanda di rimborso.

Voucher non utilizzati, come chiedere il rimborso

L'istituto di previdenza, nel messaggio, spiega anche come procedere all'inoltro, con modalitÓ cartacea, delle richieste di rimborso dei voucher. Nello specifico, i soggetti committenti interessati ai rimborsi possono presentare domanda presso le Sedi utilizzando il modello cartaceo SC52, contenente i seguenti dati: tipo di pagamento (bollettino bianco, on line Porta dei pagamenti, F24, bonifico o altro); data versamento e importo per tutti i tipi di pagamento;
 per i pagamenti on line, il codice Inps rilasciato dallo stesso sito al momento del pagamento; per i bollettini bianchi frazionario, sezione e VCY.

Gli stessi committenti dovranno allegare, inoltre, la ricevuta del versamento per tutti i tipi di pagamento, ad eccezione dei pagamenti effettuati mediante modello F24 (in questo caso l'allegazione Ŕ meramente facoltativa).

Nelle ipotesi, invece, in cui il versamento sia avvenuto tramite bonifico, la sede territoriale Inps invia copia della richiesta ed eventuale documentazione alla Direzione Centrale Entrate e Recupero crediti (tramite email alla casella dedicata al lavoro occasionale) per la verifica sulla procedura di Poste (verifica estratto conto). Concluse le verifiche, la Direzione darà il via libera (sempre via mail) all'inserimento dell'istanza di rimborso.

Voucher giÓ acquistati utilizzabili fino al 31 dicembre

Infine, si ricorda che per i voucher lavoro accessorio acquistati prima della data di abrogazione, l'utilizzo Ŕ ancora possibile con le vecchie modalitÓ, entro il 31 dicembre prossimo.


Messaggio Inps n. 4405/2017
(09/11/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
Le pi¨ lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullitÓ della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito Ŕ miliardario
In evidenza oggi
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi
Accedere all'email altrui Ŕ reato anche se si conosce la passwordAccedere all'email altrui Ŕ reato anche se si conosce la password

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF