Sei in: Home » Articoli

Processo amministrativo telematico: online i modelli per il deposito atti e ricorsi

Sul sito della Giustizia Amministrativa presenti i nuovi moduli aggiornati per il deposito PAT
uomo con digitale sotto la camicia simbolo evoluzione internet
di Lucia Izzo - Il processo amministrativo telematico è ormai una realtà in via di consolidamento (leggi: Processo Amministrativo Telematico: la guida completa) per una giustizia amministrativa sempre più veloce, efficiente e a costo zero.
Si tratta di una realtà in costante aggiornamento nella quale confluiscono indicazioni indispensabili affinché siano realizzate appieno le funzionalità della digitalizzazione del sistema giudiziario.

PAT: da novembre in vigore il contributo unificato telematico

Dal 1° novembre, ad esempio, è entrato ufficialmente in vigore il decreto del Ministero delle Finanze pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 19 luglio (per approfondimenti: Ricorsi amministrativi: dal 1° novembre contributo unificato solo in via telematica).

Il provvedimento ha stabilito le modalità di versamento del contributo unificato per i ricorsi promossi dinanzi al giudice amministrativo, nonché per quelli straordinari al Presidente della Repubblica e al Presidente della Regione siciliana.

A norma del decreto summenzionato, è stato precisato che relativamente a tali tipologie di ricorsi, il contributo unificato sarà dovuto a mezzo del sistema dei versamenti unitari con presentazione del modello F24 Elide, esclusivamente con modalità telematiche, rese disponibili dall'Agenzia delle Entrate e dagli istituti di credito.

PAT: online i nuovi moduli di deposito

Inoltre, sempre dal 1° novembre 2017, sul sito Istituzionale della Giustizia Amministrativa sono stati resi disponibili i moduli aggiornati riguardanti il deposito telematico: questi andranno a sostituire la modulistica utilizzata in precedenza che, pertanto, non potrà più essere utilizzata.

In caso contrario, ovverosia laddove i depositi venissero effettuati con i modelli precedenti non aggiornati, questi saranno automaticamente scartati dal sistema informatico del'Ufficio ricevente.

In particolare, la modulistica aggiornata comprende i moduli per il deposito di ricorsi, atti, istanze ante causam e richieste alle segreterie, nonché i modelli destinati alle parti ricorrenti e resistenti (persone fisiche) e agli ausiliari del giudice e alle parti non rituali. I medesimi modelli sono, inoltre, stati forniti anche nella loro versione in lingua tedesca.
(04/11/2017 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Hoverboard: multe fino a 99 euro per chi circola su strada e marciapiedi
» Divorzio: niente assegno all'ex che può mantenersi
» Multe e atti giudiziari: addio alla comunicazione di avvenuta notifica (CAN)
» Cassazione e obbligo iscrizione gestione separata Inps: quali conseguenze per gli avvocati?
» Il decreto ingiuntivo europeo


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss