Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Milano: cercasi avvocati

Pubblicati l'avviso pubblico e il fac-simile di domanda per la difesa e la rappresentanza in giudizio dell'ente
lavoratori che corrono per arrivare per primi concetto concorrenza

di Valeria Zeppilli - La città metropolitana di Milano sta cercando nuovi avvocati e, così, ha deciso di aprire le iscrizioni all'apposito albo degli avvocati dal quale attingere i nominativi dei legali ai quali poter conferire gli incarichi per la propria difesa e la propria rappresentanza in giudizio.

Lo schema di avviso pubblico è stato pubblicato con decreto dirigenziale raccolta generale n. 7931/2017 del 02 ottobre 2017 prot. n. 229479/2017, unitamente alla domanda di iscrizione (vedi documenti qui sotto allegati).

Niente scadenze

Il tempo per aderire c'è tutto. La domanda per poter diventare avvocati della città metropolitana di Milano, infatti, non ha una scadenza e, oltretutto, l'iscrizione non è assoggettata a limiti temporali.

Chiaro è, in ogni caso, che prima ci si iscrive, prima si potrà essere ingaggiati per la difesa e la rappresentanza dell'ente.

Come redigere la domanda

Nella redazione della domanda è comunque fondamentale inserire tutti gli allegati richiesti e attenersi scrupolosamente al fac-simile predisposto dalla città metropolitana di MIlano. La domanda, una volta completata, va presentata o inviata in maniera cartacea all'ufficio protocollo dell'ente o inoltrata telematicamente all'indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@cittametrolitana.mi.it.

Decreto dirigenziale
Avviso di formazione dell'albo
Fac-simile domanda
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(28/10/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Casa familiare all'ex anche se la figlia va all'università fuori città
» Arriva la riforma del processo civile
» Agevolazioni legge 104
» Arriva la riforma del processo civile
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali

Newsletter f g+ t in Rss