Sei in: Home » Articoli

Cellulare: ecco l'app che costringe i figli a rispondere ai genitori

Si chiama ReplyAsap e impedisce ogni utilizzo del telefono se non si risponde alla telefonata o ai messaggi
sorpresi stupore stupiti bamboccioni ops incredibile

di Gabriella Lax - Genitori in ansia per i figli che non rispondono al telefonino o ai messaggi? Niente paura. A placare le angosce ci pensa l'app blocca lo schermo del cellulare dei figli e li costringe a rispondere alle chiamate. Non solo. L'app vale anche per gli adulti distratti che dimenticano il cellulare o non rispondono ai messaggi.

ReplyAsap, l'app che costringe a rispondere al cellulare

L'applicazione, come riporta Repubblica, si chiama "ReplyAsap" ("rispondi il prima possibile") e consente di scambiare messaggi tra due numeri, in particolare il messaggio occupa interamente lo schermo, impedendo così ogni altro utilizzo del telefono. Inoltre l'arrivo del messaggio è piuttosto insistente e si attiva anche quando lo smartphone è in modalità silenziosa. Un ordine perentorio sullo schermo del ricevente dunque con tanto di allerta sonoro che continua a suonare finché dall'altro lato l'adolescente di turno non dà segni di vita. In questo modo è impedito l'uso di qualunque altra funzione. È un'applicazione lanciata dal product manager Nick Herbert, e dalle peripezie familiari dello stesso con un figlio tredicenne che, appunto, non risponde al telefono. L'applicazione pensata per i genitori costa circa un euro a messaggio. Previsti anche sconti particolari per pacchetti, in relazione ai casi più disperati.

L'applicazione per ora è disponibile solo su Android nel Regno Unito. Ma si sta pensando a come istallarla su Ios.

ReplyAsap anche per gli adulti distratti

ReplyAsap può essere usata anche per utenti più maturi, quelli che perennemente disattivano la suoneria del cellulare o non lo portano sempre dietro, in modo che si abbia la certezza che comunicazioni importanti e urgenti possano essere lette.

(30/08/2017 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Avvocati matrimonialisti, boom di matrimoni tra over70 e badanti
» Processo civile telematico: serve l'attestazione di conformità per la copia cartacea della notifica via Pec
» Avvocati: dal 1° marzo comunicazione telematica per gli adempimenti di lavoro
» Divorzio: quando la moglie deve restituire il 50% delle rate del mutuo pagate per intero dal marito?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss